Valutazione vulnerabilità e interventi capannoni industriali in zona sismica, dopo Pisa si replica a Firenze

Organizzato a Pisa dalla Federazione regionale dell’Ordine degli Ingegneri della Toscana, il Seminario, tenutosi lunedì 23 luglio 2012 dedicato alla Valutazione della vulnerabilità ed interventi per le costruzioni esistenti a uso produttivo in zona sismica, ha visto la presentazione di una serie di relazioni dei protagonisti delle recenti nuove Norme, da Franco Braga sul CAP 7 delle NTC12, a Walter Salvatore sulle Linee Guida del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici, a Pietro Baratono sul capitolo 4 e 11 delle NTC 12, a Paolo Riva (tra gli autori delle Linee di Indirizzo di Reluis e DPC), oltre a Vanzi, Cardinale ed altri.

 

Indubbio l’interesse di sentire le Norme interpretate e raccontate dagli stessi Autori (per ulteriori informazioni e per scaricare i documenti tecnici consulta la Pagina dedicata allo Speciale Antisismica pubblicato sul quotidiano online Ediltecnico.it).

 

Tra gli elementi di novità annunciati si è costituito un Gruppo di Lavoro in seno al Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici per dare seguito alle Linee Guida in merito all’ottenimento della agibilità sismica in via definitiva, e per gli interventi sul patrimonio dei Beni Culturali nelle aree del cratere. Analoga iniziativa è stata presa dal Consorzio Reluis che sta già lavorando al seguito delle Linee di Indirizzo già presentate a giugno a Bologna.

 

Altri elementi del Seminario sono consultabili sulla diretta Twitter. Gli Atti del Convegno saranno presto disponibili sul sito web della Federazione: degli Ingegneri della Toscana. La grande partecipazione al seminario di lunedì scorso a Pisa ha convinto gli organizzatori a replicare l’evento a Firenze nel mese di settembre.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico