Tracciabilità dei flussi finanziari: l’Autorità individua i destinatari

Tracciabilità dei flussi finanziari: l’Autorità individua i destinatari

È del 22 dicembre scorso la determinazione n. 10 dell’Autorità di vigilanza relativa all’emanazione di ulteriori linee guida per la tracciabilità dei flussi finanziari. Questi nuovi chiarimenti fanno seguito alla determinazione 8/2010 e si sono resi necessari per due motivi principali: a seguito delle modifiche apportate alle disposizioni sulla tracciabilità dalla legge di conversione del decreto legge 187/2010 e per chiarire alcune problematiche di rilievo che interessano le stazioni appaltanti e gli operatori economici.

– Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, Determinazione n. 10 del 22 dicembre 2010, Ulteriori indicazioni sulla tracciabilità dei flussi finanziari. (Art. 3, legge 13 agosto 2010, n. 136, come modificata dal decreto legge 12 novembre 2010, n. 187 convertito in legge, con modificazioni, dalla legge 17 dicembre 2010, n. 217)

– Autorità di vigilanza sui contratti pubblici di lavori, servizi e forniture, Determinazione n. 8 del 18 novembre 2010, Prime indicazioni sulla tracciabilità finanziaria ex art. 3, legge 13 agosto 2010, n. 136, come modificato dal d.l. 12 novembre 2010, n. 187

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche