Per motivi storici, politici e di costume sociale, il patrimonio edilizio nazionale presenta un livello di vulnerabilità tendenzialmente elevato. Tale parametro, correlato poi alla elevata sismicità del territorio ed all’esposizione in termini di perdite economiche, culturali e di vite umane, determina come noto un fattore di rischio anch’esso rilevante ed in genere superiore alle realtà presenti in altre nazionali con pari grado di sviluppo.

In Italia l’ipotesi di un rinnovo estensivo del patrimonio edilizio non risulta di fatto realistica, quindi la conservazione ed il recupero dell’esistente rimane l’unica strada percorribile. Per tali ragioni il tema della diagnostica e della riabilitazione strutturale si profila come l’unica strada da seguire per la riduzione della vulnerabilità del patrimonio edilizio oggi esistente.

Nello scenario appena delineato, il professionista si trova ad affrontare tematiche che, seppur estremamente affascinanti sotto l’aspetto professionale, risultano assai complesse e notevolmente articolate. Proprio a tal proposito giunge in soccorso il seminario Elementi di diagnostica strutturale e percorsi progettuali nella valutazione e nel recupero degli edifici esistenti, occasione formativa proposta da Glis, Stacec Srl e Ordine degli Ingegneri di Monza Brianza che si terrà proprio a Monza il prossimo 10 giugno presso la sede operativa Ingegneria Integrata Srl (via Volturno 23, nei presso della stazione FS).

I temi proposti all’interno del seminario intendono offrire elementi di approfondimento oltre che di riflessione sul tema della diagnostica e della progettazione finalizzata alla riabilitazione strutturale degli immobili anche con l’impiego di metodi non abitualmente in uso.

Gli interventi saranno articolati sulla base di esperienze professionali dirette dei relatori e corredati da esempi applicativi. Responsabile scientifico del seminario è l’Ing. Pierpaolo Cicchiello, tra le altre cose autore di rilevanti volumi per Maggioli Editore.

Oltre alla distribuzione dell’usuale documentazione relativa agli interventi, durante l’incontro saranno sviluppati semplici esempi di dimensionamento sviluppati con il diretto coinvolgimento dei partecipanti.

Per modalità di iscrizione, costi e programma ufficiale della giornata formativa si consiglia di scaricare la brochure ufficiale.

Per iscriversi inviare mail (Oggetto: Corso10Giugno2016) a: corsi@ingegneriaintegrata.com.

Si terrà dall’8 al 10 aprile, nella nuova location del MiCo-Fiera Milano Congressi, l’edizione 2015 di Solarexpo-The Innovation Cloud, la piattaforma espositiva e convegnistica che abbraccia tutte le tecnologie energetiche per gli edifici, le reti e le città intelligenti. Un appuntamento fondamentale per restare aggiornati sulle soluzioni per produrre energia da rinnovabili, per la loro integrazione, gestione e monitoraggio, ma soprattutto per affrontare le sfide di un mercato più complesso ma, al tempo stesso, anche più sostenibile nel tempo (leggi anche l’intervista al direttore scientifico della manifestazione, Luca Zingale).

 

L’esposizione racchiuderà diverse tecnologie, ospitando aziende italiane e straniere dei vari settori. Tra queste segnaliamo l’austriaca IDM (pompe di calore elettriche), le italiane Cloros (ESCo ed efficienza energetica), Sunerg (solare e mini eolico) e Sonepar Italia (domotica e illuminotecnica), la tedesca Andritz Atro (mini idro), la francese SAFT (batterie e sistemi di accumulo). Per il fotovoltaico, da sempre cuore della manifestazione, molti i volti storici: ABB, Fronius, Renesola, Jinko Solar, FuturaSun, SunEdison, Tecno-Lario, Tonello Energie, Enerpoint, German PV e altri ancora.

 

Parallelamente all’esposizione fieristica, l’edizione 2015 di Solarexpo-The Innovation Cloud offrirà un intenso calendario di eventi convegnistici (www.solarexpo.com/ita/convegni/percorsi-tematici), seminariali e di formazione professionale: stato dell’arte tecnologico, novità del quadro normativo, incontri con i rappresentanti delle Istituzioni competenti, strumenti di policy, market intelligence, analisi dei nuovi modelli di business.

 

Sei i percorsi tematici in cui si svilupperà l’agenda dei convegni, caratterizzata da un focus sulle tecnologie elettriche e sulla loro dinamica di innovazione:

– fotovoltaico e rinnovabili elettriche

– le tecnologie abilitanti della generazione distribuita: energy storage e reti intelligenti

smart technologies ed efficienza energetica negli edifici e nell’industria

– la mobilità elettrica e ibrida

green finance

emerging markets

 

Una particolare attenzione sarà dedicata al mercato italiano del fotovoltaico in grid parity e alle opportunità per installatori e distributori e, ovviamente, alla convenienza economica a realizzare impianti fotovoltaici per le famiglie, grazie alla detrazione fiscale del 50%, e per le PMI con potenziali elevate quote di autoconsumo di elettricità solare, alla luce dello schema dei Sistemi Efficienti di Utenza (SEU). Per questa parte del mercato si affronteranno anche i temi più specifici della contrattualistica. Il conto energia è ormai definitivamente alle spalle e nuove possibilità si stanno aprendo per un mercato del fotovoltaico nazionale che non ha più bisogno di incentivi diretti, ma di nuove competenze tecniche-economiche e di marketing.

 

Un’attenta analisi verrà poi dedicata all’operation, maintenance e performance (O&M&P) del parco degli impianti fotovoltaici esistenti. Sempre nell’ambito del settore FV, si affronteranno questioni come il recupero e riciclo dei moduli a fine vita.

Uno spazio importante sarà dedicato agli strumenti di market & business intelligence per poter entrare e sviluppare la propria attività nei mercati emergenti.

 

Nel calendario degli appuntamenti convegnistici spazio anche alla combinazione impiantistica solare-pompa di calore per la climatizzazione integrale e il comfort in edifici low-energy. E poi ancora a minieolico, all’illuminazione urbana e industriale a Led e all’integrazione dei veicoli elettrici e ibridi negli smart building.

 

Oltre alla data (da mercoledì 8 a venerdì 10 aprile), la novità di quest’anno è nella nuova sede che ospiterà Solarexpo-The Innovation Cloud, il MiCo-Fiera Milano Congressi. Una struttura versatile, compatta e articolata su tre piani, ciascuno con funzioni specializzate (exhibition – convegni – networking), che permetterà alle aziende di organizzare in modalità del tutto indipendente e nel corso dei 3 giorni della Fiera, eventi corporate, tappe di roadshow, seminari e workshop, beneficiando dell’ampia platea di professionisti già presenti in fiera, a cui si sommeranno i clienti invitati dalle stesse Azienda. Un modo efficace per consolidare i propri rapporti commerciali e per stringerne di nuovi.

 

Solarexpo-The Innovation Cloud 2015 (www.solarexpo.com) sarà dunque un’occasione da non mancare per conoscere operatori e novità del settore, ma anche un momento fondamentale di aggiornamento professionale per tutti coloro che si occupano delle tecnologie energetiche del presente e del futuro.