Il cambiamento di destinazione d’uso di un locale da produttivo a commerciale richiede il preventivo rilascio del permesso di costruire. E questo indipendentemente dal fatto che il mutamento sia accompagnato o meno dall’esecuzione di opere edilizie. Perché questo? Il motivo risiede nel fatto che le due categorie funzionali non sono omogenee. In altri termini: il cambiamento di utilizzo diventa urbanisticamente rilevante.

Quanto detto proviene da lontano; dal decreto Sblocca Italia (DL 133/2014) che ha introdotto nel Testo Unico dell’Edilizia il nuovo articolo 23-ter rubricato Mutamento d’uso urbanisticamente rilevante. Cosa dice esattamente questo articolo per quanto attiene all’argomento in esame? L’articolo chiarisce che l’utilizzo di un immobile da categoria funzionale “produttiva e direzionale” (comma 1, lett. b) a “commerciale” (comma 1, lett. c) rientra tra i casi in cui, “Salva diversa previsione da parte delle leggi regionali, si verifica un “mutamento rilevante della destinazione d’uso ogni forma di utilizzo dell’immobile o della singola unità immobiliare diversa da quella originaria, ancorché non accompagnata dall’esecuzione di opere edilizie”.

Quindi, per concludere, il mutamento di destinazione d’uso di un locale dalla destinazione produttiva a una commerciale, anche senza realizzazione di opere, si configura come intervento urbanisticamente rilevante e necessita, per poter essere realizzato, del rilascio del permesso di costruire.

Il permesso di costruire dopo il “Decreto Sblocca Italia”

Il permesso di costruire dopo il “Decreto Sblocca Italia”

Di Nicola Mario, 2015, Maggioli Editore
Con la legge 11 novembre 2014, n. 164, di conversione, con modificazioni, del decreto legge 12 settembre 2014, n. 133 “Decreto sblocca Italia”, sono state apportate sostanziali modifiche al Permesso di costruire, di cui agli articoli 10, 11, 12, 13, 14, e 20 del decreto del...

29.00 € 26.10 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

La definizione di manutenzione straordinaria è stata cambiata (ancora una volta) dall’entrata in vigore del decreto legge n. 133/2014, che tutti conoscono come Decreto Sblocca Italia. Ma in cosa consiste tale cambiamento? E, soprattutto, quali sono i riflessi sull’attività operativa di tecnici e professionisti?

 

È questa una delle tante domande a cui risponde il nuovissimo e-book edito, da Maggioli e disponibile sullo shop online dell’editore, Le novità del Decreto Sblocca Italia in materia di edilizia, urbanistica e paesaggistica realizzato da Claudio Belcari, dirigente nella pubblica amministrazione comunale e formatore di tecnici e professionisti con anni di esperienza nella divulgazione dell’informazione tecnico scientifica.

 

“Lo Sblocca Italia”, ci dice Belcari, “per quanto riguarda la normativa urbanistico-edilizia e paesaggistica, persegue la finalità di stabilire misure di semplificazione, facilitazione ed incentivazione, in materia di recupero del patrimonio edilizio esistente”.

 

L’obiettivo è noto: rilanciare l’iniziativa imprenditoriale, rivitalizzare l’attività edilizia e concorrere in generale alla ripresa economica. Ma le nuove norme contenute nello Sblocca Italia, soprattutto in ambito edilizio, urbanistico e paesaggistico, richiedono un’analisi e uno studio attento che questo e-book consente di iniziare con grande facilità, guidando il lettore nell’analisi puntuale di tutte le novità rilevanti per le materie trattate.

 

L’esigenza di chiarezza a cui vuole dare risposta questa nuova iniziativa editoriale è anche quella di guidare il lettore attraverso le difficoltà che un decreto come lo Sblocca Italia porta inevitabilmente con sé.

 

Il decreto n. 133/2014, infatti, opera nell’indirizzo generale che caratterizza oggi ogni politica in campo urbanistico-edilizio, quello di privilegiare la riqualificazione e la rigenerazione dell’edificato esistente ed il riuso del suolo, proclamando un principio che è quello di limitarne il consumo.

 

Tuttavia, ed è questo il problema a cui si vuole dare soluzione, lo Sblocca Italia rivede e sviluppa temi importanti del settore, ma si innesta in maniera episodica e frammentaria in una struttura normativa molto complessa.

 

Questo primo prezioso e-book di commento e analisi va proprio nella direzione di supporto e guida indispensabile per il tecnico e il professionista dei settori dell’edilizia, dell’urbanistica e del paesaggio.

 

L’e-book Le novità del Decreto Sblocca Italia in materia di edilizia, urbanistica e paesaggistica  di Claudio Belcari può essere acquistato sullo shop di Maggioli Editore al prezzo lancio di 5,90 euro

La definizione di manutenzione straordinaria è stata cambiata (ancora una volta) dall’entrata in vigore del decreto legge n. 133/2014, che tutti conoscono come Decreto Sblocca Italia. Ma in cosa consiste tale cambiamento? E, soprattutto, quali sono i riflessi sull’attività operativa di tecnici e professionisti?

 

È questa una delle tante domande a cui risponde il nuovissimo e-book edito, da Maggioli e disponibile sullo shop online dell’editore, Le novità del Decreto Sblocca Italia in materia di edilizia, urbanistica e paesaggistica realizzato da Claudio Belcari, dirigente nella pubblica amministrazione comunale e formatore di tecnici e professionisti con anni di esperienza nella divulgazione dell’informazione tecnico scientifica.

 

“Lo Sblocca Italia”, ci dice Belcari, “per quanto riguarda la normativa urbanistico-edilizia e paesaggistica, persegue la finalità di stabilire misure di semplificazione, facilitazione ed incentivazione, in materia di recupero del patrimonio edilizio esistente”.

 

L’obiettivo è noto: rilanciare l’iniziativa imprenditoriale, rivitalizzare l’attività edilizia e concorrere in generale alla ripresa economica. Ma le nuove norme contenute nello Sblocca Italia, soprattutto in ambito edilizio, urbanistico e paesaggistico, richiedono un’analisi e uno studio attento che questo e-book consente di iniziare con grande facilità, guidando il lettore nell’analisi puntuale di tutte le novità rilevanti per le materie trattate.

 

L’esigenza di chiarezza a cui vuole dare risposta questa nuova iniziativa editoriale è anche quella di guidare il lettore attraverso le difficoltà che un decreto come lo Sblocca Italia porta inevitabilmente con sé.

 

Il decreto n. 133/2014, infatti, opera nell’indirizzo generale che caratterizza oggi ogni politica in campo urbanistico-edilizio, quello di privilegiare la riqualificazione e la rigenerazione dell’edificato esistente ed il riuso del suolo, proclamando un principio che è quello di limitarne il consumo.

 

Tuttavia, ed è questo il problema a cui si vuole dare soluzione, lo Sblocca Italia rivede e sviluppa temi importanti del settore, ma si innesta in maniera episodica e frammentaria in una struttura normativa molto complessa.

 

Questo primo prezioso e-book di commento e analisi va proprio nella direzione di supporto e guida indispensabile per il tecnico e il professionista dei settori dell’edilizia, dell’urbanistica e del paesaggio.

 

L’e-book Le novità del Decreto Sblocca Italia in materia di edilizia, urbanistica e paesaggistica  di Claudio Belcari può essere acquistato sullo shop di Maggioli Editore al prezzo lancio di 5,90 euro