Strutture lignee storiche: un imperdibile seminario di approfondimento

Strutture lignee storiche: un imperdibile seminario di approfondimento

Strutture lignee

Il seminario “Assessment delle strutture lignee storiche” che si terrà venerdì 7 giugno 2019 presso la sede dell’ordine degli architetti pianificatori paesaggisti conservatori della Provincia di Verona, rappresenta un’occasione formativa sulla tematica del restauro delle strutture lignee attraverso un approccio conoscenza-valutazione-intervento, con applicazione a casi studio reali.

I solai con struttura portante in legno sono una delle più antiche tipologie strutturali presenti nel costruito storico legati alla facile reperibilità dei materiali, alla semplicità di messa in opera e quindi sostanzialmente alla relativa economicità del sistema (questo soprattutto nei tempi passati).

Tipicamente i solai in legno del costruito storico sono realizzati con travi portanti principali ordite in una direzione e travetti appoggiati al di sopra delle stesse e orditi in direzione perpendicolare.

Esempi molto articolati di solai si trovano nelle costruzioni storiche di maggior pregio, laddove in passato sono state utilizzate le migliori tecniche costruttive conosciute per l’epoca (in particolare per coprire luci molto ampie nelle coperture).

Nell’edilizia più tradizionale, frequentemente si trovano solai a doppia orditura a travi e travetti di luce usualmente compresa tra 1,60 – 2,50 m; sono comunque diffusi anche solai ad unica orditura che coprono luci significative con sole travi e sovrastanti tavolati in cotto o in legno.

Queste tipologie di solaio erano usualmente posate a secco, nel senso che gli elementi lignei delle due orditure raramente erano collegati con chiodature; questo comporta che non esista o sia comunque non efficace l’effetto ”catena” tra i muri ed il solaio stesso.

In passato, essendo comunque nota la necessita di tenere le murature rispetto ad eventuali azioni orizzontali derivanti da azioni sismiche o fuori piombo causate da cedimenti di fondazione, era diffusa la tecnica per cui le travi principali erano utilizzate come catena con appositi capochiave disposti in testa alle stesse.

Strutture lignee storiche. Quali sono le problematiche dei solai in legno?

In via generale le principali problematiche che presenta un solaio in legno che debba essere consolidato sono riassumibili nei seguenti punti:

  • eccessiva flessibilità (in relazione alle richieste delle normative odierne);
  • capacità portante dei vari elementi dell’orditura principale e secondaria spesso non adeguata ai carichi variabili richiesti dalla normativa attuale;
  • degrado del materiale legno per attacchi xilofagi e/o per marcescenza da umidità (spesso in corrispondenza degli appoggi sui muri esterni) e quindi con riduzione di capacità portante per riduzione della sezione utile cui affidare le azioni esterne;
  • deformazioni permanenti molto accentuate (che nel tempo hanno magari spinto all’aumento del carico permanente per necessita di tenere livellato il pavimento superiore) con riduzione dell’aliquota delle variabili a disposizione.

Il progetto del consolidamento del solaio in legno e quindi innanzitutto dei suoi singoli elementi, inserito nel più generale contesto di consolidamento del fabbricato, dovrà quindi essere concepito per intervenire e risolvere tutte o parte delle problematiche sopra descritte.

Potrebbe interessarti: Degrado coperture in legno. Quali sono i punti critici e gli errori di progettazione?

Quali argomenti verranno trattati durante il seminario?

L’incontro “Assessment delle strutture lignee storiche”, accreditato dall’Ordine degli Architetti pianificatori paesaggisti conservatori della provincia di Verona e dall’ordine degli ingegneri di Verona e provincia, si terrà in via Santa Teresa, 2 a Verona.

Il seminario tecnico, la cui partecipazione è gratuita, si inserisce all’interno del progetto pluriennale CARE Contec Arts of Restoration che prevede lo sviluppo di diverse iniziative dedicate al tema del recupero del patrimonio monumentale.

Gli interventi previsti durante il seminario, sono:

  • la diagnosi degli elementi lignei in opera, inquadramento generale, gli strumenti della diagnostica – Nicola Macchioni, ricercatore presso l’Istituto per la Valorizzazione del Legno e delle Specie Arboree (IVALSA) del CNR – Consiglio Nazionale delle Ricerche;
  • il consolidamento dei solai e delle coperture lignee negli edifici storici: alcuni interventi recenti – Ing. Lorenzo Jurina, professore associato presso il Politecnico di Milano – dipartimento ABC;
  • interventi di consolidamento di strutture lignee in opera, l’esperienza portoghese João Miranda Guedes: ricercatore e docente presso l’Università di Porto (Portogallo);
  • tecniche di rinforzo per gli orizzontamenti lignei negli edifici esistenti in muratura. Applicabilità ed efficacia in zona sismica. Recenti esperienze nell’ambito della caratterizzazione delle strutture lignee in opera con integrazione di metodiche diagnostiche – Maria Rosa Valluzzi: professoressa associata presso l’Università di Padova – dipartimento di Beni Culturali, Dott. PhD Filippo Casarin: presidente e direttore tecnico di Expin.

Consulta il programma

Per ingegneri ed architetti partecipanti all’evento, patrocinato da Assorestauro, è previsto il rilascio di crediti formativi professionali (CFP). È possibile partecipare al seminario previa registrazione:

iscrizioni per ingegneri (4 CFP)

iscrizioni per architetti (4 CFP)

iscrizioni senza crediti formativi

Sul tema ti consigliamo:

Recupero e consolidamento dei solai

Recupero e consolidamento dei solai


Giuliano Gennari , 2019, Maggioli Editore

Questa pubblicazione fornisce indicazioni sia di tipo progettuale che di tipo esecutivo per il consolidamento di solai esistenti con esempi di intervento e inquadramento normativo degli stessi. Il volume tiene conto dell’evoluzione normativa, in particolare della necessità diffusa su tutto...


24,00 € 20,40 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Un commento su “Strutture lignee storiche: un imperdibile seminario di approfondimento

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *