Stazione Unica Appaltante, le Istruzioni operative dell’Interno

Stazione Unica Appaltante, le Istruzioni operative dell’Interno

La Stazione Unica Appaltante come strumento utile alla lotta contro la Mafia nell’ambito degli appalti pubblici. Questa è la convinzione del Ministro degli interni Maroni, che ha inviato una circolare alle amministrazioni pubbliche, invitandole ad attivarsi per favorire l’istituzione delle SUA.

 

Nel documento vengono fornite alcune informazioni e spiegazioni ulteriori sulla utilità di questo nuovo istituto. Sul piano operativo, il compito della Stazione Unica Appaltante è quello di curare la procedura di gara nel suo complesso.

 

Esso, infatti, è chiamato a collaborare con l’ente aderente all’individuazione dei contenuti dello schema di contratto, a curare gli adempimenti relativi alla procedura di gara per la scelta del contraente privato in tutte le sue fasi e a cooperare con l’ente aderente ai fini della stipula del contratto. Tale organo è chiamato anche a curare gli adempimenti relativi all’eventuale contenzioso insorto in relazione alla procedura di affidamento.

 

L’Istituto della SUA è stato recepito anche nella codificazione della legislazione Antimafia recentemente delineata con il d.lgs. 6 settembre 2011, n. 159 (artt. 1, comma lettera h) e 101)

 

Circolare Ministero degli interni (ottobre 2011) Decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri del 30 giugno 2011 sulla Stazione Unica Appaltante

 

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche