Spalma Incentivi illegittimo: la palla passa alla Corte Costituzionale

Spalma Incentivi illegittimo: la palla passa alla Corte Costituzionale

Era nell’aria, ma finalmente la notizia è ufficiale. Il Tribunale amministrativo del Lazio, a cui si erano rivolti gli operatori del settore delle energie rinnovabili per contestare la validità del famigerato Decreto Spalma Incentivi, ha rimesso la decisione alla Corte costituzionale a cui sarà demandato il compito di decidere se la norma è o non è legittima.

Il motivo è noto. Lo Spalma Incentivi, infatti, rimodula al ribasso gli incentivi erogati per chi ha installato impianti solari fotovoltaici con effetti retroattivi, scombinando letteralmente qualsiasi piano di investimento fosse stato fatto a monte della valutazione dei progetti.

Comprensibile la soddisfazione degli addetti ai lavori, come Emilio Cremona, presidente di ANIE Rinnovabili che si dice pienamente soddisfatto della “notizia della rimessione alla Corte Costituzionale del Decreto Spalma incentivi e auspichiamo che questa, nel condividere le motivazioni sollevate dal TAR del Lazio, ne dichiari l’incostituzionalità”.

Il nodo è proprio questo. Indipendentemente da qualsiasi giudizio di merito, infatti, il Decreto Spalma Incentivi presenta profili di irragionevolezza e di contrasto con gli articoli 3 e 41 della Costituzione.

Secondo i giudici del Tribunale amministrativo del Lazio inciderebbe in maniera ingiustificata sulle posizioni già riconosciute e sul legittimo affidamento dei fruitori degli incentivi. Per effetto della norma, infatti, il sistema di incentivazione perderebbe la sua stabilità nel tempo, venendo così meno l’equa remunerazione degli investimenti effettuati e la salvaguardia di questi ultimi.

La palla, dunque, passa ai Giudici delle Leggi per l’ultima parola sul destino dello Spalma Incentivi. E intanto, per fare il punto della situazione, l’appuntamento è per il prossimo 10 luglio a Milano con un convegno organizzato da ANIE Rinnovabili presso la sede della federazione confindustriale in viale Lancetti 43 a partire dalle ore 10.

Tra gli interventi (in fondo il programma completo) segnaliamo quello del direttore della divisione operativa del GSE, Francesco Sperandini, che parlerà delle azioni messe in campo dal Gestore dei Servizi Energetici per il DTR per il mantenimento degli incentivi in Conto Energia.

Il ruolo delle industrie delle Energie Rinnovabili

Milano, Venerdì 10 luglio 2015 ore 10:00

presso la sede di ANIE, viale Lancetti, 43

Sala Consiglio (area meeting – piano terra)

Programma

10:00 Registrazione partecipanti

10:30 Saluto Emilio Cremona Presidente ANIE Rinnovabili

Il ruolo delle Fonti Rinnovabili nel Green ACT

ANIE e il rapporto con il GSE

11:00 Intervento Francesco Sperandini Direttore Divisione Operativa GSE

Le azioni del GSE per Il DTR per il mantenimento degli incentivi in Conto Energia

11:30 Dibattito tra i partecipanti

12:00 Il punto di vista dei produttori: riflessioni alla luce dell’intervento del GSE

12:30 Tremonti Ambientale: Benefici fiscali per le imprese che hanno investito in fonti rinnovabili

13:30 Conclusione lavori


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *