Soluzioni illuminotecniche per condizioni estreme: luce a -45 gradi

Yakutsk, la capitale della Repubblica Sakha, si trova nella parte più orientale del Distretto Federale della Russia. Le temperature invernali che possono arrivare fino a -45°C hanno sempre causato problemi a tutte le apparecchiature installate in precedenza.

 

ewo ha accettato la difficile sfida e pensato a una nuova soluzione: il dispositivo di alimentazione dell’F32, è stato installato in un box esterno dotato di un sensore che controlla un elemento riscaldante. Questo permette al box di mantenere sempre una temperatura costante, eliminando i problemi di accensione anche a bassissime temperature.

 

La base aerea Thule, ad 885 chilometri ad est del Polo Nord magnetico, è la base più a nord di tutti gli Stati Uniti. È stata terminata nel 1953, dal 1992 fa parte dell’Air Force Space Command e la sua principale funzione è di importante infrastruttura del sistema di difesa balistico missilistico di Stati Uniti e Canada.

 

Il complesso comprende anche un’antenna di trasmissione alta 407 metri per le onde radio lunghe militari, che peraltro è l’antenna più alta nell’emisfero occidentale a nord del Circolo Polare Artico.

 

ewo ha studiato una nuova soluzione di illuminazione per il piazzale antistante uno dei hangar della base. La sfida principale da affrontare per realizzarla era il clima polare estremo, ed al fine di garantirne il funzionamento stabile, i dispositivi di comando dei proiettori sono stati integrati in una centralina all’interno dell’hangar e collegati alle lampade sul muro, dell’hangar stesso, tramite un cavo scaldante.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico