Solare fotovoltaico: quali obblighi rispettare per evitare le sanzioni?

Solare fotovoltaico: quali obblighi per evitare le sanzioni? Scarica il tool “Verificare-19”

Solare fotovoltaico

Con l’impianto solare fotovoltaico, viene prodotta energia elettrica mediante moduli fotovoltaici in grado di raccogliere energia solare, che assieme a quella eolica, marina, geotermica, idroelettrica e pluviale, fa parte delle energie rinnovabili. 

Le rinnovabili e l’efficienza energetica sono temi, più che mai attuali e che interessano a livello globale.

Dopo l’accordo di Parigi del dicembre 2015, 195 paesi hanno raggiunto l’intesa universale sul clima mondiale, con l’obiettivo di ridurre le emissioni e mantenere la temperatura al di sotto dei 2°C, rispetto ai livelli preindustriali. Il contributo dell’Unione Europea, prevede misure di riduzione delle emissioni, a seguito dell’accordo formalmente approvato il 5 ottobre dall’UE ed entrato in vigore il 4 novembre 2016.

Il quadro 2030 per il clima e l’energia, fissa tre obiettivi chiave per l’anno 2030:

riduzione di almeno il 40% delle emissioni di gas a effetto serra (a partire dai livelli del 1990);

aumento fino ad una quota del 27%, per le energie rinnovabili;

miglioramento di almeno il 27% dell’efficienza energetica.

Livelli ambiziosi che per poter essere raggiunti, richiedono un necessario aumento dell’impiego di energie rinnovabili e quindi dell’offerta da parte delle imprese europee.

Obblighi annuali burocratici per l’impianto solare fotovoltaico. Quali date rispettare?

Se parliamo di energia solare, l’impianto solare fotovoltaico, è un sistema di conversione diretta dell’energia irradiata dal disco solare in energia elettrica; tale sistema sfrutta il principio fisico dell’effetto fotovoltaico ed utilizza una serie di componenti elettrici, spostandosi da monte (pannelli fotovoltaici) a valle dell’impianto (utenza elettrica, rete elettrica), nella direzione generazione → consumo.

Tuttavia bisogna considerare che la gestione burocratica di un impianto solare fotovoltaico è un aspetto non da poco e spesso destreggiarsi tra scadenze ed assolvimenti, non è affatto semplice. Difatti nei confronti di GSE, ARERA e AdR, bisognerà ottemperare ad una serie di adempimenti annuali burocratici.

Vediamo le date importanti da non dimenticare, cosa comunicare e chi è interessato.

GSE_Entro il 31 marzo 2019

Cosa: quantità di energia elettrica prodotta nell’anno precedente, ripartita tra fonti rinnovabili (fotovoltaico, eolico, biomasse, etc).

Chi: tutti i soggetti responsabili di impianti fotovoltaici di potenza nominale superiore a 20 kWp, che operano in regime di Ritiro Dedicato “RiD” (o che operano con Tariffa Onnicomprensiva con P>1.000 kWp).

DOGANE_Entro il 31 marzo 2019

Cosa: invio dichiarazione di consumo on line Agenzia delle Dogane.

Chi: tutti i soggetti responsabili di impianto solare fotovoltaico con potenza nominale > 20 kWp.

ARERA_Entro il 09 aprile 2019

Cosa: espletamento della pratica ARERA (Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente) per “Indagine Annuale Dati Tecnici su Produttori di Elettricità ed Autoproduttori”.

Chi: tutti i proprietari di impianti di potenza nominale complessiva, pari o superiore ai 100 kWp.

GSE_Entro il 30 aprile 2019

Cosa: Dichiarazione annuale di produzione e consumo di energia elettrica nell’anno precedente presentata presso portale Agenzia Dogane (fino all’anno 2015) per mezzo del portale telematico.

Chi: tutti i soggetti tenuti alla presentazione all’Agenzia delle Dogane della dichiarazione annuale di produzione e consumo di energia elettrica nell’anno precedente. Sono esclusi, gli impianti incentivati con il Quarto Conto Energia in TFO o con il Quinto Conto Energia. L’obbligo inoltre non sussiste a partire dall’anno di produzione 2016.

ARERA_Entro il 31 luglio 2019 e completamento pratica entro il 15 settembre 2019

Cosa: versamento di un contributo a favore di ARERA a copertura dei propri costi di funzionamento nell’ambito dell’attività di regolazione e controllo pari allo 0,33 per mille (anno 2018) applicato alla somma dei ricavi da tariffa incentivante (al netto della ritenuta d’acconto) e dei ricavi da Ritiro Dedicato “RiD”. La pratica su portale ARERA deve essere finalizzata entro il 30 settembre 2019.

Chi: tutti i soggetti produttori di energia elettrica.

ARERA_Entro 90 giorni dall’approvazione del bilancio societario

Cosa: invio comunicazione Unbundling e adempimenti inerenti materia di separazione contabile sul portale ARERA.

Chi: proprietari di impianti che insistono su di una PIVA specifica con potenza nominale superiore ai 100 kW.

DOGANE_A partire dal 1° dicembre 2019 ed entro il 16 dicembre 2019 – Entro il 31 dicembre 2019 vidimazione dei registri di produzione

Cosa: pagamento del diritto di licenza officina elettrica.

Chi: per i soggetti responsabili di impianti fotovoltaici che autoconsumano l’energia prodotta.

GSE_Ogni 12 mesi

Cosa: rinnovo dell’informativa antimafia per mezzo di applicazione GWA portale GSE. L’obbligo di rinnovo può essere inferiore a 12 mesi nel caso intervengano variazioni societarie prima della scadenza dei 12 mesi.

Chi: tutti i proprietari di impianto solare fotovoltaico che ricevono incentivi per un importo superiore a €150.000,00, calcolato per l’intera durata del periodo incentivante.

Quali sono gli obblighi pluriennali burocratici?

Per quanto riguarda gli adempimenti pluriennali burocratici a cui occorre ottemperare nei confronti dei gestori di rete ed Agenzia delle Dogane, ricordiamo:

GESTORI DI RETE_ogni 5 anni

Le scadenze per effettuare le prove variano in funzione data di entrata in esercizio dell’impianto, nello specifico:

– esercizio dal giorno 1 agosto 2016, entro 5 anni dalla data di entrata in esercizio;

– esercizio dal giorno 1 luglio 2012 fino al 31 luglio 2016, entro il 31 marzo 2018;

– esercizio dal giorno 1 gennaio 2010 fino al 30 giugno 2012, entro il 31 dicembre 2017;

– esercizio fino al 31 dicembre 2009, entro il 30 settembre 2017.

Cosa: verifica periodica delle tarature delle protezioni di interfaccia per gli impianti di potenza superiore a 11,08 kWp.

DOGANE_ ogni 5 anni per i contatori ad induzione ed ogni 3 anni per i contatori statici

Cosa: verifica delle tarature dei gruppi di misura di energia elettrica.

GESTORI DI RETE_ogni 5 anni

Cosa: verifica periodica dell’impianto elettrico di messa a terra.

DOGANE_ogni 3 anni

Cosa: rinnovo della firma digitale rilasciata dall’Agenzia delle Dogane.

Per maggiori approfondimenti, consulta il sito di Intellienergia.

Come facilitare la gestione degli obblighi? Ecco il Tool “Verificare-19”

Le date di scadenza ed i relativi adempimenti connessi all’impianto solare fotovoltaico, possono essere gestiti attraverso il Tool “Verificare-19”, scaricabile gratuitamente.

L’applicativo interessa, in particolare gli impianti solari fotovoltaici Grid-connected, connessi alla rete elettrica:

  1. impianti fotovoltaici grid-connected eserciti per mezzo del secondo, terzo, quanto e quinto conto energia, dunque strutture incentivanti Feed-in-Premium & Feed-in-Tariff;
  2. impianti fotovoltaici grid-connected eserciti in Grid-Parity o Market Parity.

Nell’impianto solare fotovoltaico grid-connected, il parco batterie è sostituito da un sistema di accumulo “ideale” costituito dalla rete elettrica, dalla quale attingere energia, se necessario, nelle ore notturne e nelle giornate con livelli di insolazione non sufficienti a soddisfare il fabbisogno energetico dell’utenza. Nelle ore di sole in giornate terse, l’utenza è alimentata direttamente dal generatore fotovoltaico ed eventuali eccedenze vengono immesse in rete.

I casi impostati, nel tool “Verificare-19”, sono:
1. esercizio impiantistico senza conto energia (fotovoltaico in Grid e Market-Parity) in regime di RiD;
2. esercizio impiantistico in conto energia II°CE Feed-In-Premium;
3. esercizio impiantistico in conto energia III°CE Feed-In-Premium;
4. esercizio impiantistico in conto energia IV°CE Feed-In-Premium.
5. esercizio impiantistico in conto energia V°CE Feed-In-Tariff.

Registrati e scarica gratuitamente “Verificare-19”

Download Per scaricare il file devi essere iscritto. Se sei già iscritto inserisci l’indirizzo email, oppure registrati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *