Solai ibridi acciaio e legno per edifici resistenti, sostenibili ed economici

Solai ibridi acciaio e legno per edifici resistenti, sostenibili ed economici

A grandi passi, presso la facoltà di Ingegneria dell’Università di Trento, si stanno ultimando le fasi per il perfezionamento e la successiva commercializzazione (prevista già per l’autunno 2016) di un nuovo sistema costruttivo ibrido acciaio-legno modulare e prefabbricato per la realizzazione di solai ultraleggeri e resistenti da utilizzare anche nell’ambito dell’edilizia residenziale pubblica.

Sono stati completati proprio in questi giorni le prove di carico, tenute al Laboratorio Prove Materiali e Strutture dell’Università di Trento. L’obiettivo è di ottenere un prodotto flessibile, ad alto contenuto tecnologico, ecosostenibile e dai costi accessibili che l’ing. Cristiano Loss, assegnista di ricerca che lavora al Dipartimento di Ingegneria civile, ambientale e meccanica (DICAM) dell’Università di Trento, descrive così: «In questo sistema costruttivo innovativo ibrido acciaio-legno modulare e prefabbricato vengono proposti solai ultraleggeri e resistenti per la realizzazione di nuovi edifici sostenibili. Vengono sviluppate alcune soluzioni di collegamento per la realizzazione e la posa in opera di solai composti acciaio-legno, una prima assoluta che va ad aggiungersi ai già noti sistemi composti per l’edilizia residenziale».

La ricerca e la definizione dei collegamenti, continua Loss, è stata supportata da analisi numeriche e da prove sperimentali con test eseguiti su componenti di solaio adeguatamente dimensionati. Le indagini hanno consentito di definire e ottimizzare il sistema composto, migliorando lo sfruttamento dei materiali e dei collegamenti. Lo studio ha inoltre consentito di proporre un prototipo di solaio altamente ingegnerizzato. Il sistema è attualmente in evoluzione.

Le prove a cui sono stati sottoposti i nuovi solai ibridi acciaio e legno hanno simulato diverse tipologie di sollecitazioni, ivi comprese quelle sismiche e gli eventi atmosferici violenti e imprevedibili, sempre più considerati nell’agenda degli ingegneri strutturisti a causa dei cambiamenti climatici in atto nel nostro Paese.

prove di carico

Un momento delle prove effettuate sui solai ibridi acciaio e legno presso il Laboratorio Prove Materiali e Strutture dell’Università di Trento

Ma non solo. Come spiega Loss, che ha condotto la ricerca sotto la supervisione dei professori Maurizio Piazza e Riccardo Zandonini, il nuovo sistema costruttivo è particolarmente adatto per essere applicato nel settore dell’housing sociale.

Per quale motivo? «A fare la differenza rispetto al passato, racconta l’ing. Loss, è il mix di materiali impiegato nel nuovo tipo di struttura: acciaio, un materiale facilmente riciclabile, e legno di abete, un materiale naturale di grande qualità prodotto sul territorio trentino. Ma anche la grande flessibilità della struttura, che libera spazi sempre più ampi per la progettazione degli interni rendendo possibile, ad esempio, spostare le pareti interne assecondando le esigenze d’uso. Una caratteristica importante specialmente nell’edilizia sociale, dove nel tempo può capitare di dover adattare lo stesso appartamento per ospitare famiglie più o meno numerose».

Oltre alla ricerca c’è di più. Come accennato all’inizio di questo articolo, infatti, i solai ibridi acciaio e legno per l’abitare sociale saranno presto commercializzati. A sostenere le spese della ricerca in questi anni è stata Premetal, azienda di Rovereto che da anni si occupa di edilizia prefabbricata.

«Questa soluzione ibrida acciaio-legno, la prima mai realizzata in questo campo, consente di abbattere i costi della posa in opera e allo stesso tempo minimizza il rischio di infortuni o problemi di varia natura in cantiere», spiega il responsabile della Ricerca e Sviluppo dell’azienda, Andrea Poli che si augura di ottenere dalla messa in commercio di questo sistema costruttivo un ulteriore vantaggio competitivo rispetto ai concorrenti.

Con questa tecnologia, conclude Poli, abbiamo stimato di riuscire a consegnare un edificio di quattro piani in sei-otto mesi di cantiere.

Strutture in legno e legno lamellare

Strutture in legno e legno lamellare


Giuseppe Albano , 2015, Maggioli Editore

La realizzazione di strutture in legno e legno lamellare è divenuta prassi corrente su tutto il territorio italiano. Finalmente il materiale più vecchio del mondo è, forse, riuscito a ritagliarsi la fetta di mercato che gli è assolutamente dovuta.In zona sismica,...


34,00 € 30,60 € Acquista

su www.maggiolieditore.it



Un commento su “Solai ibridi acciaio e legno per edifici resistenti, sostenibili ed economici

  1. Interessante l’idea di combinare legno e acciaio per i solai, ma anche per le strutture… alla fine combinare elementi nobili non può che far bene all’edilizia, anche quella industriale.

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico