Smart PTC, il pilastro strutturale diventa tecnologico e di design

Possono i componenti strutturali, come le travi e i pilastri, diventare anche oggetti di design e offrire contenuti smart per il moderno vivere ad alta intensità tecnologica? A tecnostrutture devono avere pensato che non solo è possibile, ma che possa rappresentare anche una interessante opportunità di business.

 

È nato così Smart PTC, il primo pilastro strutturale pensato per lo smart living. Smart PTC, disegnato da RNDR Studio assieme ad Andrea Francesconi per Tecnostrutture, che da componente strutturale diventa un’opportunità tecnologica.

 

In questi giorni, al BAU 2015 di Monaco di Baviera, Smart PTC viene mostrato per la prima volta a visitatori e addetti ai lavori.

 

Innovativo e funzionale, Smart PTC apre un profondo dialogo con la tecnologia e il futuro proponendosi non solo come elemento architettonico ma soprattutto come struttura integrata di impianti e funzioni. Con componenti a led e schermi integrati  Smart PTC è un vero sistema domotico adattabile alle esigenze dei diversi ambienti nei quali è installato, dagli spazi pubblici – parcheggi, centri commerciali, biblioteche – a quelli privati come uffici e abitazioni.Una rivoluzione per l’architettura e l’edilizia moderna che offre la possibilità ad architetti e ingegneri di inserire nei propri progetti degli elementi interattivi in grado di caratterizzare non solo gli spazi ma anche di incidere sull’esperienza dell’utente finale.

 

SMART PTC è il primo prodotto nato dalla collaborazione tra Tecnostrutture, RNDR Studio e Andrea Francesconi. Nuovi ambiziosi progetti pensati per il mercato del futuro sono attualmente in fase di progettazione.

 

Tecnostrutture, sul mercato da oltre 30 anni, ha già avuto modo di presentarsi a BAU nel gennaio 2013. In quell’occasione era stata lanciata in anteprima proprio la gamma NPS® SYSTEM, il sistema costruttivo trave-pilastro-solaio che favorisce la visione unitaria dell’edificio permettendo una migliore risposta alle azioni sismiche ed una più affidabile stima delle prestazioni dell’edificio.

 

Il buon riscontro avuto già nel 2013, confermato dall’acquisizione di commesse internazionali e dalla realizzazione di grandi opere come quelle legate a EXPO 2015 (padiglioni dell’Oman e del Qatar, metropolitana MM5 Milano) fanno ben sperare in una riconferma di buoni risultati anche per questa edizione di BAU 2015 e in attesa di trend positivi anche per Made Expo in programma a Milano il marzo prossimo e a cui l’azienda veneta parteciperà come di consueto.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico