Sistema a secco. Quali sono i vantaggi di questa tecnologia?

Sistema a secco. Quali sono i vantaggi di questa tecnologia?

L’idea alla base del sistema a secco è contenuta nel suo stesso nome “a secco” appunto. Edificare senza l’utilizzo di acqua nel processo di assemblaggio, stratificando materiali su un telaio resistente interno: questo è il segreto del sistema a secco.

Fondamentali per costruire a secco sono un’accurata progettazione preliminare, l’impiego di materiale prefinito di qualità e un assoluto rigore nelle fasi di montaggio in cantiere.

Con il sistema a secco, il cantiere si ingegnerizza, ottimizzando tempi e risorse nelle fasi di costruzione e riqualificazione, permettendo anche di calcolare in anticipo non solo i tempi di realizzazione ma anche i consumi futuri dell’immobile.

Una rivoluzione concettuale supportata costantemente dall’evolversi della tecnologia e dalla ricerca fisica e scientifica, che fa del sistema a secco una certezza per l’edilizia del futuro.

Tecnologia stratificata a secco

Il paradigma della costruzione stratificata a secco prevede tre stadi funzionali:

  • involucro esterno
  • struttura
  • involucro interno

e una forte integrazione con l’impiantistica dell’edificio.

Se si analizzano le normative relative al risparmio energetico occorrono nuove soluzioni, in linea con esempi europei e americani, il cui fine sia quello di realizzare edifici realmente sostenibili e poco energivori.

La costruzione stratificata a secco, denominata anche S/R (Struttura-Rivestimento), minimizza l’uso dei materiali, consente una progettazione mirata ai reali requisiti di qualità ed alte prestazioni di risparmio energetico, fa uso di prodotti di derivazione industriale di alta qualità e certificati, e consente una grande libertà di espressione architettonica ed estetica, libera da vincoli di sistemi prefabbricati.

Il sistema S/R è quello che meglio di tutti attualmente risponde, per qualità ed economicità, ai concetti di casa passiva, della biologia dell’abitare e della casa intelligente, concetti sempre più importanti nella progettazione di nuova concezione: progettazione sostenibile.

Il sistema a secco si fonda sulla prefabbricazione e, in quanto tale, presuppone che i componenti vengano fabbricati tutti in stabilimento con precisione e controllo della produzione. Ciò consente di avere una previsione sui tempi e sui costi di realizzazione.

Leggi anche: Miglioramento sismico edificio industriale: esempio di uso dell’acciaio per struttura in c.a.

I sistemi costruttivi a secco sono vantaggiosi anche dal punto di vista del risparmio energetico, in quanto riescono, per le caratteristiche di produzione e installazione, a coniugare elementi costruttivi intrinsechi e materiali per l’isolamento termico e acustico, oltre che predisposizioni integrate per l’impiantistica.

I principi sottesi alla concezione, progettazione e realizzazione di costruzioni mediante sistemi a secco devono tenere conto dell’assemblabilità dei componenti, con prodotti maneggevoli e giuntabili con facilità. In quest’ottica sono fondamentali la ricerca di flessibilità e reversibilità dei componenti, in modo da riuscire ad avere un “prodotto finito” che garantisca il possibile riuso, riciclo o smaltimento, al fine di consentire un più ridotto uso delle materie prime per la produzione di nuovi componenti.

Sono due le tipologie edilizie in cui si distingue l’edilizia prefabbricata.

  • Strutture metalliche in carpenteria pesante o con profili sottili formati a freddo (CFS), con realizzazione interamente a secco, senza alcun getto in opera.
  • Strutture metalliche in carpenteria pesante, con tamponamenti e copertura a secco e solai in strutture miste.

I vantaggi di avere un sistema strutturale in acciaio sono molteplici. Si hanno cantieri puliti e organizzati trattandosi di strutture prefabbricate, per le quali le lavorazioni a piè d’opera si limitano a montaggi e assemblaggi di componenti costruttivi.

Costruzioni a secco: i vantaggi del sistema

Perché si è puntato sviluppare la tecnologia del sistema a secco? I motivi sono molteplici e soprattutto di diversa natura.

  • Ottimizzazione e rispetto di tempi/costi: la fase iniziale di studio e progettazione evita sorprese e ritardi in fase di realizzazione, con un conseguente snellimento dei tempi di posa ed evita il levitare dei costi rispetto a quanto stabilito.
  • Sicurezza dei cantieri: costruire a secco implica avere un cantiere pulito, ingegnerizzato, preciso, in cui la sicurezza è una conditio sine qua non. Nell’edilizia a secco i cantieri sono il luogo in cui elementi tecnologici vengono montati e assemblati e queste operazioni richiedono necessariamente pulizia e sicurezza al 100%.
  • Velocità: ottimizzazione dei tempi e sicurezza producono un netto aumento della produttività costruttiva, quindi una generale velocizzazione delle operazioni di costruzione e messa in posa delle opere.
  • Leggerezza: caratteristica intrinseca di ogni costruzione a secco, la leggerezza dei sistemi a secco è un fattore importante da non sottovalutare, soprattutto in caso di costruzioni sopraelevate.
  • Sostenibilità e recycling: moltissimi dei materiali usati nell’edilizia a secco sono riciclabili. Oltre a questo importante dato, c’è anche da considerare che grazie al sistema di costruzione a secco tra le varie orditure metalliche si creano “naturalmente” delle intercapedini che vengono colmati dagli isolanti senza occupare ulteriore spazio.
  • Resilienza statica: in presenza di eventi sismici, i sistemi a secco applicati a tutti i tamponamenti interni ed esterni sono una soluzione affidabile e sicura.
  • Totale libertà estetica: che si tratti di progetti completamente nuovi o di riqualificazioni o modifiche a edifici preesistenti, la tecnologia di costruzione a secco lascia completamente libero il progettista e l’architetto di ideare come vuole. Il bello del sistema a secco è la sua adattabilità e trasversalità, che permette di integrarlo efficacemente ad ogni tipo di materiale (legno, acciaio, cemento) e contesto.
  • Personalizzazione: dalla possibilità di creare liberamente deriva anche un altissimo grado di personalizzazione. I sistemi a secco sono pacchetti completamente modulabili, anche in termini di soluzioni acustiche, termiche, e antincendio.

L’incredibile versatilità del sistema a secco lo rende un gigantesco alleato per fare edilizia: riqualificazione, sostenibilità e creatività sono possibilità che questa tecnologia mantiene facilmente attuabili e realizzabili in ogni progetto.

Le possibilità costruttive che si possono avere con il sistema a secco sono pressoché infinite, come infiniti sono ormai gli esempi realizzativi. Ormai questa tecnologia è entrata a pieno nel nostro modo di costruire e pensare gli edifici.

sistemi a secco
Fig.1-Soluzioni costruttive dei sistemi a secco [Fonte: www.vanoncini.it]

Fonti:

  • Sistemi tecnologici a secco per l’edilizia residenziale sostenibile – Università Sapienza Roma – Facoltà di Architettura – Prof. arch. E. Cangelli
  • https://www.promozioneacciaio.it/cms/it5829-le-costruzioni-a-secco-elementi-costruttivi.asp

Luisa Daraio è un Ingegnere Edile abilitato alla professione, Tecnico Competente in Acustica Ambientale e Coordinatore per la sicurezza CSP e CSE. Da sempre interessata al mondo delle costruzioni, ha iniziato il suo percorso lavorativo già durante l’università, collaborando, in maniera continuativa, con uno studio tecnico. Laureata alla Facoltà di Ingegneria della Federico II di Napoli, dal 2017 ha sviluppato conoscenze e competenze nel settore BIM, infrastrutture per le telecomunicazioni e progettazioni impiantistica e sostenibile. Dal 2019 è iscritta nell’ENTECA (Elenco Nazionale dei Tecnici Competenti in Acustica Ambientali).

Potrebbero interessarti anche