Come riconoscere un edificio sicuro sismicamente? C'è Sisma Safe

Sisma Safe: come riconoscere un edificio sicuro sismicamente? Ecco il marchio

Sisma Safe

Sisma Safe, nasce per certificare la sicurezza sismica di una struttura. Molto spesso, capita di chiederci all’interno di un edificio, se questo è sicuro o meno sismicamente. Una risposta non scontata, alla quale ha pensato di dare forma, l’Associazione culturale Sisma Safe.

Una realtà costituita da quattro professioniste, Francesca Ottavio, Chiara Monaldi, Serena Scarpini e Silvia Montironi di origini marchigiane. Non un caso quello della nascita di un’idea come questa nelle aree colpite dal sisma del 2016, infatti il Marchio Sisma Safe è nato dalla società VeSTA srl, per rispondere alle necessità di alcuni proprietari di strutture, che volevano rendere nota la sicurezza dei propri manufatti.

La società ideatrice del marchio, lo ha ceduto all’Associazione Culturale senza fini di lucro Sisma Safe, con l’obiettivo di diffondere la cultura della prevenzione, sicurezza e qualità a tutti i livelli, dai luoghi di aggregazione fino alle singole famiglie.

Il progetto del Marchio Sisma Safe è stato realizzato grazie alle risorse FESR Marche – Programma Operativo Regionale_POR 2014 – 2020. L’obiettivo è quello di rendere viva la percezione del rischio sismico nelle persone, promuovendo la prevenzione sismica e l’attuazione di interventi sulle strutture esistenti e di nuova costruzione.

Leggi Terremoto: “Diamoci una scossa!”. Campagna per edifici più sicuri

A cosa serve il marchio Sisma Safe?

Sisma Safe è il marchio di qualità, che certifica la sicurezza sismica degli edifici. È uno strumento di comunicazione positiva per chi utilizza gli spazi di una struttura sicura. È un mezzo attraverso il quale, i proprietari degli immobili, che hanno investito nella sicurezza sismica, comunicano ai fruitori dell’edificio questa scelta.

Il rilascio, su richiesta volontaria, avviene verso tutte le strutture che rispettano i requisiti di legge ed i parametri restrittivi, indicati nel Disciplinare tecnico definito dall’associazione.

Sisma Safe, viene emesso nel rispetto di una procedura codificata, ed attesta sulla struttura esaminata:

  • l’avvenuto controllo da parte di un tecnico qualificato;
  • la conformità ai requisiti minimi, definiti dalla normativa sismica;
  • il rispetto degli standard ed i parametri, indicati nel Disciplinare tecnico dell’associazione.

I marchi che possono essere emessi, sono due:

  • di colore blu, per gli edifici esistenti;
  • Gold, per i nuovi edifici, che certifica le strutture fin dalle prime fasi di progettazione

Sisma Safe

Cosa è il Disciplinare tecnico? L’associazione mette a disposizione, una guida che aiuta nella redazione della documentazione necessaria da fornire, affinché l’iter istruttorio proceda senza richieste di integrazioni, evitando problematiche e lungaggini nel rilascio.

L’ottenimento del Sisma Safe blu e Gold, è subordinato al completamento di un iter istruttorio che prevede l’esame della documentazione da parte di una Commissione Tecnica. L’Organo di controllo, vigila sul corretto uso del marchio.

Chi stabilisce i criteri del Disciplinare tecnico e come diventare professionista accreditato.

Per il Disciplinare Tecnico l’Associazione Culturale Sisma Safe si è avvalsa della collaborazione di professionisti con esperienza nel campo della progettazione sismica, delle indagini conoscitive del terreno, dei materiali e della vulnerabilità sismica delle strutture.

Il contributo per l’aspetto ingegneristico, è stato fornito da ENEA (Agenzia Nazionale per le Nuove Tecnologie, l’Energia e lo Sviluppo Economico Sostenibile) e AICQ (Associazione Italiana Cultura e Qualità) e per l’aspetto geologico l’Università di Camerino.

Fanno parte del comitato Tecnico scientifico per la redazione del Disciplinare tecnico: Paolo Clemente,
dirigente di ricerca, ENEA, Giacomo Buffarini, primo ricercatore, ENEA, Emanuele Tondi, professore associato di geologia strutturale dell’Università di Camerino, Roberto Giacchetti, ricercatore di Tecnica delle costruzioni presso l’Università Politecnica delle Marche, Claudio Rosso, presidente nazionale dell’ AICQ.

Con il contributo tecnico straordinario di: Pietro Fedele, presidente settore costruzioni della AICQ Nazionale e Riccardo Teloni, presidente del CDA di GeoMORE s.r.l., spinoff di Geologia dell’Università di Camerino.

Il coordinamento e la stesura del Disciplinare Tecnico, sono stati supervisionati e diretti da: Francesca Ottavio, Serena Scarpini e Silvia Montironi.

È possibile accreditarsi come professionisti Sisma Safe, in qualità di intermediari tecnici tra il richiedente e l’associazione Sisma Safe, ovvero le figure di riferimento che hanno il compito di inoltrare all’Associazione, la documentazione richiesta per l’avvio dell’istruttoria, finalizzata all’ottenimento dei marchi.

Per ottenere l’accredito è necessario possedere la qualifica di dottore in ingegneria o architettura o geologia o geometra. L’elenco dei professionisti Sisma Safe è presente on line, dove sono indicate le procedure da seguire per l’accredito.

Un premio per riconoscere le strutture virtuose sismicamente

Ogni anno l’Associazione Sisma Safe, riconosce il “Premio nazionale Sisma Safe”, istituito per premiare le scelte progettuali ed interventi modello adottati per gli edifici, nel campo della sicurezza sismica.

Il premio viene assegnato per categorie, e per l’anno 2017, sono state premiate:

-struttura aziendale, società Entroterra spa;

-struttura scolastica, edificio della scuola di San Giuliano di Puglia;

-struttura sociale, sede di Osimo della Lega del Filo d’oro (Foto 1);

-struttura culturale, edificio Casa Onna (Foto 2);

-struttura ricettiva, ECO Hotel Bonapace di Trento (Foto 3).

Sisma Safe

Foto 1_ Nuova sede di Osimo della Lega del Filo d’oro © corriereadriatico.it

Sisma Safe

Foto 2_Casa Onna © onnaonlus.org

Sisma Safe

Foto 3_ECO Hotel Bonapace di Trento © ecohotelbonapace.com

La seconda edizione del Premio Sisma Safe, è prevista per il 2019, sono in atto le candidature, ed il tema sarà l’adeguamento sismico degli interventi realizzati o progetti innovativi che possano costituire un esempio per altre realtà.

Un’ interessante iniziativa per promuovere la cultura della prevenzione sismica e della sicurezza nei luoghi in cui viviamo, come scrive l’Associazione Sisma Safe: “Gli esempi positivi devono essere presi a modello, premiati e promossi, per dimostrare che è solo la volontà a porre i limiti che vogliamo darci”.

Ti consigliamo:

Norme tecniche per le costruzioni 2018

Norme tecniche per le costruzioni 2018


Andrea Barocci , Febbraio 2018, Maggioli Editore

NTC2018 - Questo manuale fornisce un puntuale commento, capitolo per capitolo e paragrafo per paragrafo, della nuova normativa al fine di dare al lettore uno strumento di fondamentale importanza per inquadrare cosa è cambiato, e in che misura, e cosa è rimasto invariato.


49,00 € 41,65 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *