Sicurezza Cantieri, più leggeri gli adempimenti con il Decreto del Fare

Diventano più leggeri gli adempimenti di tipo formale per ottemperare agli obblighi di sicurezza sui cantieri edili. Il decreto legge n. 69 del 21 giugno 2013, il c.d. Decreto del Fare, prevede infatti norme di semplificazione in tema di DUVRI e prevenzione incendi.

 

Per quanto riguarda il documento di valutazione dei rischi da interferenze, per esempio, viene previsto che professionista, nominato dal datore di lavoro committente, e in possesso di formazione, esperienza e competenza professionali, tipiche di un preposto, nonché di periodico aggiornamento e di conoscenza diretta dell’ambiente di lavoro, possa sovrintendere a tali operazioni di cooperazione e coordinamento tra le diverse imprese operanti sul cantiere.

 

Il Decreto del Fare aumento inoltre a 10 uomini-giorno la soglia al di sotto della quale non deve essere predisposto il DUVRI, sempre che i lavori o i servizi non comportino rischi derivanti dalla presenza di agenti cancerogeni, biologici, atmosfere esplosive o dalla presenza dei rischi particolari di cui all’allegato XI del d.lgs. n. 81/2008.

 

Si introducono anche disposizioni in materia di verifiche periodiche delle attrezzature di lavoro (articolo 71 del decreto legislativo n. 81 del 2008) al fine di agevolare lo svolgimento delle stesse da parte delle imprese.

 

A questo proposito è stato ridotto da 60 a 45 giorni il termine entro cui l’INAIL è tenuto a effettuare la prima verifica. Viene, inoltre, previsto l’obbligo per i soggetti pubblici tenuti alle verifiche – INAIL, ASL, ARPA – di comunicare al datore di lavoro entro 15 giorni dalla richiesta, l’eventuale impossibilità a effettuare le verifiche di propria competenza; in tal caso il datore di lavoro può avvalersi di soggetti pubblici o privati abilitati alle verifiche.

 

Si prevedono poi una serie di semplificazioni degli adempimenti nei cantieri temporanei o mobili.
Si demanda a un decreto del Ministro del lavoro e delle politiche sociali l’individuazione di modelli semplificati per la redazione di alcuni documenti relativi ai cantieri:

– piano operativo di sicurezza (POS),

– piano di sicurezza e coordinamento (PSC),

– fascicolo dell’opera,

– piano di sicurezza sostitutivo.

 

In materia di prevenzione incendi l’intervento di modifica proposto dal Decreto del Fare è rivolto agli enti ed ai privati delle nuove attività introdotte dal decreto del Presidente della Repubblica n. 151 del 2011. Il comma 1 dell’articolo in esame introduce una semplificazione burocratica, ossia l’esenzione dall’obbligo di presentazione dell’istanza preliminare qualora gli enti ed i privati suddetti siano già in possesso di atti abilitativi riguardanti la sussistenza dei requisiti di sicurezza antincendio.

 

Il comma 2 differisce di un anno, portandolo al 2014, il termine previsto dal medesimo regolamento, in scadenza il prossimo 7 ottobre, per la presentazione dell’istanza di cui all’articolo 4 del regolamento, ivi compresa, esclusivamente per le fattispecie diverse da quelle previste al comma 1 dell’articolo in esame, la preliminare presentazione dell’istanza di cui all’articolo 3 del regolamento.

 

Fonte Ance


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico