Scuole rimandate in sicurezza. Necessari gli studi di Microzonazione sismica

Scuole rimandate in sicurezza. Necessari gli studi di Microzonazione sismica

Sono ormai iniziate in gran parte d’Italia le lezioni e per oltre 9 milioni di persone, tra studenti, docenti e personale di supporto, questo significa frequentare edifici non in regola con gli attuali standard di sicurezza per quanto riguarda la protezione antisismica primi tra tutti i dettami delle nuove norme tecniche sulle costruzioni del 2008 e le varie circolari ministeriali successive.

A lanciare l’allarme sulla situazione in cui versa il patrimonio scolastico italiano è il Consiglio nazionale dei geologi che, per bocca del presidente Graziano chiede ai comuni di avviare gli studi di microzonazione sismica. “Il 57% delle nostre scuole non possiede il certificato di idoneità statica, cioè quel documento che certifica la “buona salute” dei pilastri, delle travi e di tutte le parti strutturali di un edificio, e il 34% delle stesse è ubicato in aree sismiche”, afferma sempre Graziano in un’intervista rilasciata all’Ansa.

La situazione è particolarmente grave in Sicilia. Secondo Emanuele Doria, presidente dei geologi di Sicilia ”se è vero che, secondo dati divulgati a mezzo stampa qualche anno fa, in Sicilia il 90% degli edifici pubblici verificati non hanno superato i test antisismico, la nostra classe politica ha il dovere di fare qualcosa per garantire maggiore sicurezza alle nostre scuole e a quanti le vivono nel quotidiano”.

Emanuele Doria dunque, insieme al presidente Graziano chiede l’avvio di studi di microzonazione sismica a livello comunale perché ”come già previsto nell’ordinanza del presidente del Consiglio dei ministri- 3907/2010, passata in sordina per la maggior parte dei comuni, si istituisca un fondo aggiuntivo al contributo nazionale per l’effettuazione di studi di microzonazione sismica, a favore della sicurezza degli edifici nelle zone a rischio sismico, come già fatto da molte regioni”.

Fonte Ansa

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche