Resto al sud :estensione incentivo ai liberi professionisti e agli Under 46

Resto al sud :estensione incentivo ai liberi professionisti e agli Under 46

resto al sud

Con la promulgazione della Legge n. 145 del 30 dicembre 2018 (Legge di Bilancio), da parte del Presidente della Repubblica, sono state introdotte per l’anno 2019, una serie di misure tra le quali l’estensione dell’incentivo Resto al sud ai professionisti e agli Under 46.

Le novità introdotte con la Legge di Bilancio sono numerose, a partire dalla proroga dei bonus edilizi fino al 31 dicembre 2019, passando per l’istituzione di fondo investimenti per gli Enti territoriali fino all’istituzione della Struttura per la progettazione di beni ed edifici pubblici, che ha causato non pochi malumori tra i professionisti e le associazioni del comparto edile, in quanto nella stessa, si sovrappongono le due figure del controllore e del controllato, in un intreccio di gestioni, competenze e responsabilità.

Leggi anche: Centrale per la progettazione delle opere pubbliche: “Carrozzone pubblico”. OICE e RPT non ci stanno.

Di rilevante aspetto è la questione circa l’incentivo verso le attività imprenditoriali nelle regioni del Mezzogiorno. Difatti con la Legge di Bilancio 2019 viene ampliato il raggio dei beneficiari dei contributi paria a 1.250 milioni di euro totali, destinati all’attivazione di imprese nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia.

Cosa prevede l’incentivo Resto al sud?

Tale iniziativa è finalizzata al sostegno delle nuove attività imprenditoriali che attuano produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura, fornitura di servizi alle imprese e alle persone, turismo.

Non rientrano tra le attività beneficiarie, quelle agricole e commerciali, i soggetti impiegati a tempo indeterminato e coloro che sono già titolari di impresa, costituita prima del 21 giugno 2017.

Ad essere rimborsate al 100%, sono le spese utili all’avvio dell’attività tra le quali ristrutturazione o manutenzione di immobili ed acquisto di strumenti necessari per l’esercizio. Dell’investimento complessivo, il 35% viene rimborsato con un contributo erogato a fondo perduto, il 65% viene garantito dal Fondo Garanzia per le PMI con finanziamento bancario i cui interessi sono interamente coperti da un contributo in conto interessi.

Le forme giuridiche consentite dall’iniziativa Resto al sud , sono: imprese individuali, società di persone, società di capitali (comprese le unipersonali), società cooperative.

L’importo massimo assegnabile del finanziamento è di 50 mila euro per ciascun socio, fino ad un massimo complessivo di 200 mila euro.

Possono usufruire degli incentivi, coloro che sono residenti al momento dell’invio della domanda o che trasferiscano la residenza (entro 60 giorni) a seguito dell’avvenuto riconoscimento del finanziamento, nelle regioni soggette all’iniziativa.

I dati sullo stato di avanzamento del rilascio degli incentivi, parlano chiaro circa l’affluenza. Le domande presentate, al 21 dicembre 2018, risultano quasi 5.500, mentre le domande approvate 2.172.

Potrebbe interessarti: Linea sud: proposte dagli ingegneri per migliorare i collegamenti del sud

Quali sono le novità introdotte con la Legge Bilancio 2019 e come presentare la domanda?

L’Agenzia Nazionale, Invitalia, attraverso un comunicato stampa, ha divulgato le novità che interessano i destinatari che come inizialmente definito con il Decreto n. 174 del 9 novembre, erano gli Under 36. Con la nuova Legge di Bilancio 2019, muta il target di Resto al sud e ad essere coinvolti negli incentivi saranno, a partire dal primo gennaio 2019, coloro che rientrano nella fascia d’età tra i 18 anni compiuti ed i 46 anni non compiuti.

Oltre all’età, è l’estensione degli incentivi ai liberi professionisti la novità dell’anno 2019. Coloro che intendono accedervi, secondo quanto chiarito da Invitalia:” nei dodici mesi che precedono la richiesta di agevolazione, non dovranno essere titolari di partita Iva per un’attività analoga a quella proposta per il finanziamento. Inoltre, dovranno mantenere la sede operativa nelle regioni del Mezzogiorno interessate”.

Una chance per i professionisti che hanno intenzione di avviare uno studio o migliorare la condizione lavorativa, come precisa Invitalia: “più in generale si offre una possibilità a chi vuole investire sulle proprie competenze ma ha difficoltà a reinserirsi nel mercato del lavoro”.

I dati statistici Istat segnano al 29 novembre 2017 un aumento di laureati italiani che lasciano il Paese. Sono 81 mila gli emigrati italiani con più di 24 anni nel corso del 2016, l’11% in più rispetto al 2015. Di questi, quasi 25 mila posseggono la laurea (31%), anche se tra chi emigra restano più numerosi quelli con un titolo di studio medio-basso (56 mila, +11%). Un’occasione di riscatto per chi resta al sud e per chi vuole tornare.

Le domande si presentano esclusivamente in forma telematica online sul sito Invitalia. È necessario essere in possesso di firma digitale e di indirizzo di posta certificata (PEC) per potersi registrare sulla piattaforma dove potrà essere compilato il progetto imprenditoriale ed essere inserita la documentazione da allegare secondo la modulistica presente sul sito.

Le domande pervenute, vengono esaminate in base all’ordine cronologico di arrivo, senza graduatorie. Una prima conferma di ricevuta, verrà emessa entro sessanta giorni dalla data di ricezione della domanda. Lo stato di avanzamento della procedura di acquisizione della domanda, può essere monitorato attraverso l’App gratuita, Resto al Sud.

Scarica la brochure

Guarda i video tutorial, su come procedere con la domanda

Ti consigliamo:

Legge di Bilancio 2019

Legge di Bilancio 2019


Giuseppe Moschella , 2019, Maggioli Editore

L'ebook contiene l'analisi delle novità e delle proroghe per l'edilizia e i professionisti tecnici contenute nella Legge di Bilancio 2019 (L.145/2018) e del collegato D.L. fiscale (D.L.119/2018): • Proroga delle detrazioni per gli interventi in edilizia ("Bonus casa")• "Bonus verde" •...


11,90 € 9,90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *