Resto al Sud 2020: rimodulate percentuali contributo a fondo perduto e prestito tasso zero

Resto al Sud 2020: rimodulate percentuali contributo a fondo perduto e prestito a tasso zero

Resto al sud 2020

L’iniziativa Resto al Sud che coinvolge i giovani dai 18 ai 45 anni e professionisti residenti nelle regioni Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia e le aree del Centro Italia colpite dal sisma del 2016 e 2017 è oggetto di ampliamento attraverso il disegno di legge di conversione del Decreto Rilancio (Conversione in legge del decreto-legge 19 maggio 2020, n.34).

Sul sito di Invitalia, gestore del progetto, viene annunciato che le imprese finanziate con Resto al Sud 2020 hanno già iniziato a ricevere il contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Rilancio come sostegno aggiuntivo per rispondere alla necessità di liquidità a seguito dell’emergenza Covid-19.

Per le 90 imprese, che a giugno ne avevano fatto richiesta, Invitalia ha erogato un importo iniziale complessivo di 1,5 milioni di euro con il fine di adeguare le realtà ai nuovi comportamenti di consumo della clientela, per implementare la digitalizzazione dei loro processi produttivi e gestionali.

Lo strumento Resto al Sud è nato per agevolare la nascita di nuove attività imprenditoriali nel Mezzogiorno, poi esteso alle aree colpite dal sisma del Centro Italia. Fino ad oggi ha finanziato più di 5.200 iniziative imprenditoriali e gli investimenti attivati sono di 352 milioni di euro, a fronte di agevolazioni pari a 166 milioni di euro.

Vediamo quali sono le novità e cosa prevede il disegno di legge di conversione Decreto Rilancio.

Leggi anche: Credito d’imposta sicurezza Covid-19: tutti i chiarimenti

Resto al Sud 2020: quali sono le novità della versione potenziata

L’impatto economico del Covid-19 a livello economico è visibile già dalle prime stime (rapporto Svimez del 9 aprile 2020) che descrivono l’andamento nelle diverse aree del Paese. In particolare, se è vero che la contrazione del PIL interesserà soprattutto il Nord Italia, area produttiva più colpita dall’epidemia, è il Sud che rischia di vedere pesantemente compromesso il suo assetto economico e sociale, a causa della lunga fase di stagnazione degli ultimi anni (con la sola, e parziale, eccezione del biennio 2016/17).

I finanziamenti che rientrano in Resto al Sud 2020 subiranno dei cambiamenti, ovvero è prevista una rimodulazione delle percentuali che passeranno:

  • dal 35% al 50% per il contributo a fondo perduto
  • dal 65% al 50% per il prestito a tasso zero.

Dell’investimento complessivo, il 35% (che passa al 50%) viene rimborsato con un contributo erogato a fondo perduto, il 65% (che passa al 50%) viene garantito dal Fondo Garanzia per le PMI con finanziamento bancario i cui interessi sono interamente coperti da un contributo in conto interessi.

Passa inoltre da 50mila euro a 60mila euro il finanziamento massimo erogabile ad ogni beneficiario, si mantiene invariato di 200mila euro il finanziamento massimo che può essere concesso ai soggetti costituiti sotto forma di società.

Inizialmente escluse tra le attività beneficiarie, quelle agricole e commerciali, con una serie di revisioni ad oggi rientrano nell’incentivo destinato a realtà imprenditoriali che effettuano: la produzione di beni nei settori industria, artigianato, trasformazione dei prodotti agricoli, pesca e acquacoltura; la fornitura di servizi alle imprese e alle persone e il turismo.

A rientrare nell’incentivo anche le spese per la ristrutturazione o manutenzione straordinaria di beni immobili, per l’acquisto di impianti, macchinari, attrezzature e programmi informatici e per le principali voci di spesa utili all’avvio dell’attività.

Gi incentivi sono destinati a coloro che sono residenti al momento dell’invio della domanda o che trasferiscano la residenza (entro 60 giorni) a seguito dell’avvenuto riconoscimento del finanziamento, nelle regioni soggette all’iniziativa.

Leggi il volume:

Adempimenti e procedure di Sicurezza per Hotel e strutture ricettive

Adempimenti e procedure di Sicurezza per Hotel e strutture ricettive

Massimo Cartone, 2020, Maggioli Editore
L’obiettivo di garantire la salute e la sicurezza nell’ambito della struttura alberghiera è un processo continuo, complesso, interdisciplinare, estremamente delicato e finalizzato alla sicurezza sia dei lavoratori che degli ospiti. L’osservazione delle norme e delle...

28,00 € 25,20 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *