Realizzazione di parcheggi tecnologici: interventi Skidata a Milano

La realizzazione di parcheggi in struttura è spesso considerata una condizione indispensabile per risolvere i problemi legati al traffico e alla congestione della circolazione, soprattutto in città di grandi dimensioni e a elevato tasso di attrazione di auto come Milano. Il Programma Urbano Parcheggi (PUP) costituisce lo strumento principale per la pianificazione e l’attuazione degli interventi per la sosta nelle città. Diviene fondamentale riuscire ad individuare aree pubbliche o private da destinare alla realizzazione di parcheggi in sede propria ad uso pubblico e/o ad uso privato che magari coinvolgano interessi privati nella costruzione.

A Milano il quadro complessivo della situazione parcheggi è in fase di progressivo miglioramento, infatti negli ultimi anni alcune società private si sono fatte promotrici di interventi importanti sul territorio, attraverso il Project Financing hanno realizzato parcheggi in struttura in aree a forte intensità di traffico e dove esisteva anche un’ampia domanda da parte dei residenti. Tra questi possiamo annoverare le strutture interrate Vittadini, Sabotino, Dateo e Piazza Piemonte, che grazie a una lungimiranza progettuale condivisa anche dal Comune, riescono a soddisfare la duplice esigenza di garantire box auto per i residenti e fornire un servizio di sosta a rotazione in zone strategiche della città.

Il parcheggio Vittadini, realizzato in poco meno di quattro anni è una struttura moderna e funzionale che si inserisce in maniera ottimale nel contesto urbano. Con i sui quattro piani interrati e i 400 posti auto di cui metà a uso privato, risolve il problema della sosta intorno alla zona della Bocconi e fornisce un servizio per le numerose attività commerciali presenti nell’area. Attraverso attività promozionali ad hoc la società di gestione Parking Italy intende svolgere un ruolo attivo, uscendo completamente dalle logiche della gestione tradizionale dei parcheggi. L’automazione di tutto il sistema costituisce un ulteriore plus, il parcheggio vanta infatti un impianto di ultima generazione composto da colonnine ticket e cassa automatica per il pagamento, fornendo un servizio semplice, autonomo e veloce. Il parcheggio inoltre assicura un sistema di video sorveglianza 24h su 24h e la soluzione di qualsiasi inconveniente attraverso la centrale di controllo remoto.

Altrettanto all’avanguardia da un punto di vista progettuale e di tecnologie adottate, sono i parcheggi Sabotino e Dateo, entrambi in zone nevralgiche della città dove vi è una forte richiesta di sosta da parte di residenti e di chi gravita nelle aree a ridosso del centro. Si tratta di due strutture interrate di media/grande dimensione per metà ad uso privato e per metà dedicata alla sosta a rotazione. Entrambi sono ben collegati con il sistema di trasporto pubblico, elemento essenziale per contribuire ad una mobilità urbana integrata. La completa automazione caratterizza anche questi due parcheggi, attraverso il sistema Skidata, il gestore garantisce un servizio efficiente ed affidabile riuscendo anche ad ottimizzare i suoi costi di personale.

Altri parcheggi sorgeranno in città, nonostante la burocrazia eccessiva rallenti a volte la prosecuzione di lavori già in fase di progettazione. Non è il caso del parcheggio interrato appena ultimato di Piazza Piemonte, di fronte al Teatro Nazionale, un’altra area di vitale importanza per la città. Il parcheggio, costituito da sei piani interrati, consta di 200 posti auto a rotazione e circa 400 posti per i residenti. Il gestore del parcheggio Interparking Italia srl ha deciso di applicare una nuova tecnologia Skidata tag tipo telepass che permetterà ai proprietari dei box di accedere alla struttura in modo semplice e veloce e che vedrà ulteriori opzioni gestionali personalizzate per ogni tipologia di fruitori.

In definitiva ciò che si augurano i diversi gestori, che hanno fortemente creduto in questi nuovi progetti, è che si crei una convergenza tra interessi pubblici e privati, creando un coordinamento virtuoso tra sistema dei trasporti, mobilità urbana e parcheggi. D’altronde Milano si appresta ad affrontare eventi di grande rilievo, tra tutti l’Expo 2015, e la viabilità urbana rappresenta una sfida di grande attualità.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico