Proteggere le infrastrutture critiche: Risk Analysis, Innovazione e Integrazione

Le infrastrutture critiche vanno a congresso. Si intitola Proteggere le Infrastrutture Critiche: Risk analysis, integrazione, innovazione, il convegno che a ottobre avrà il compito di accendere i riflettori su Sicurezza 2014, la manifestazione sulla safety e la security, che aprirà i battenti il 12 novembre presso i padiglioni di Fiera Milano.

 

Tornando al convegno sulla protezione delle infrastrutture critiche, l’evento è in programma il prossimo 8 ottobre alle 9.30 presso il Centro Congressi Stella Polare, sempre a Fiera Milano a Rho.

 

Al centro dei lavori il tema della sicurezza delle grandi infrastrutture critiche. Si tratta di tematiche attualmente di grande interesse anche a livello europeo, ma soprattutto trasversali a tutta la filiera, dalle tecnologie ai servizi, dalla progettazione al security management, dalla produzione all’integrazione.

 

Sul palco si confronteranno, con la formula del talk show, i security manager delle principali infrastrutture critiche italiane che potranno esporre problematiche concrete alle quali gli operatori del settore forniranno delle risposte tecniche e tecnologiche. Mentre i grandi player del settore presenteranno case history su soluzioni già adottate e problematiche già risolte con uno schema comune: esigenza, soluzione, vantaggio.

 

L’organizzazione del convegno è stata resa possibile dalla collaborazione di numerose associazioni AIPS, ANIE Sicurezza, ASSISTAL, ASSOTEL, ASSIV, ASSOSICUREZZA e AIIC. Quest’ulitma, ricordiamo, ha recentemente indetto un concorso per premiare le migliori tesi di laurea relative alle infrastrutture critiche e di cui abbiamo dato notizia alcuni giorni fa su queste pagine (leggi l’articolo).

 

L’evento di ottobre dunque scalderà i motori sulle tematiche scientifiche ed espositive di Sicurezza 2014 e diventerà, a partire da questa prima edizione, un appuntamento fisso per il settore negli anni in cui non si svolge la manifestazione.

 

“Questo evento – ha dichiarato Giuseppe Garri, Exhibition Manager di Sicurezza – ha una doppia valenza. Da una parte la grande attualità del tema in vista di Expo Milano 2015 durante il quale Milano stessa, e in particolare il sito dell’evento, si trasformeranno in una infrastruttura critica a cielo aperto in cui le tecnologie di security contribuiranno non solo alla gestione del flusso degli accessi, ma anche alla sicurezza e alla business continuity. È sicuramente una grande sfida ma anche un’opportunità per l’economia dell’intero comparto”.

 

“Dall’altro lato”, conclude Garri, “vorrei sottolineare come questo evento, che culminerà in occasione di Sicurezza 2014, vedrà schierate insieme le associazioni del comparto tecnologico e dei servizi del settore Sicurezza, mobilitate in modo sinergico per spingere il comparto a confrontarsi e trovare occasioni di crescita e  sviluppo. Un’unità di intenti che in fiera si rifletterà nella scelta di condividere un unico spazio espositivo: si tratta di un importante messaggio di collaborazione e forza a vantaggio del mercato e di tutti gli operatori”.

 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico