Progetti, prototipi e dettagli della costruzione in legno

Progetti, prototipi e dettagli della costruzione in legno

Natural High Tech: progetti, prototipi, dettagli per una rinnovata cultura del costruire in legno è il titolo dell’incontro, tenuto lo scorso 11 maggio presso la Facoltà di Architettura dell’Università La Sapienza di Roma, durante la quale docenti, progettisti, tecnici e costruttori hanno discusso delle opportunità e dei limiti delle costruzioni in legno.

 

L’incontro, organizzato dal Dipartimento DATA Design Tecnologia dell’Architettura Territorio e Ambiente e Toiko, società specializzata nella costruzione di edifici in legno, che ha realizzato a Roma il primo complesso residenziale eco-compatibile in Italia, il Parco di Plinio con un sistema costruttivo innovativo in legno, è stata anche l’occasione per presentare lo spaccato di una in casa in legno in scala 1:1 che rimarrà esposta nell’atrio della facoltà per due settimane.

 

Il governo del progetto di architettura passa attraverso una profonda conoscenza delle tecniche e dei materiali da costruzione a garanzia del controllo degli esiti formali dell’architettura – spiega Eliana Cangelli, coordinatore del Dottorato di ricerca in Progettazione Ambientale e tra gli organizzatori dell’iniziativa – È con l’obiettivo di trasferire queste conoscenze che il seminario di oggi prevede il montaggio di un prototipo in scala 1:1 di una costruzione in legno, nell’atrio della facoltà, affinché gli studenti possano prenderne visione, comprenderne le tecniche di assemblaggio, verificarne limiti e potenzialità espressive. L’approfondimento del dettaglio tecnologico, la presentazione di progetti innovativi, la riflessione sull’importanza del disegno del progetto e l’esperienza pratica di progettisti e costruttori costituiscono ulteriori elementi utili all’acquisizione di competenze pratiche del fare in architettura”.

 

L’acquisto della casa è uno dei passi più importanti della vita di ognuno. Considerando che trascorriamo mediamente il 90% del tempo in ambienti chiusi, il nostro benessere dipende molto dal clima dell’ambiente che riusciamo a garantire nelle nostre case. “Il legno equilibra l’ambiente in cui viviamo, donandoci un benessere psico-fisico come nessun altro materiale da costruzione sarebbe in grado di fare – sostiene Vittorio Ruggiero, responsabile di Toiko  – consente inoltre risparmi energetici fino al 70% rispetto alla stessa costruzione in cemento armato e muratura,maggior rapidità nei tempi di realizzazione e certezza dei costi. A Roma abbiamo realizzato edifici eco-sostenibili multipiano in legno di concezione moderna, leggeri, snelli, con molte aperture e che hanno suscitato maggiore interesse rispetto a quelli tradizionali in cemento”.

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche