Prevenzione rischio sismico: torna Seismic Academy di Hilti Italia

La data da segnarsi in agenda è il 6 novembre 2014 a Roma, quando prenderà il via la seconda edizione della Seismic Academy, il convegno nazionale sulla prevenzione del rischio sismico organizzato da Hilti Italia.

In collaborazione con l’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma, Seismic Academy 2014 si concentrerà sui temi legati alla vulnerabilità del territorio e al rischio sismico in Italia.

Buona progettazione, corretto approccio al design di componenti strutturali e non strutturali, rischio di crolli e cedimenti di abitazioni e strutture pubbliche: ecco in estrema sintesi i temi che saranno trattati nel corso dell’intera giornata che, tra l’altro, consentirà agli Ingegneri partecipanti il riconoscimento di 3 CFP.

I contenuti di Seismic Academy 2014

Seismic Academy 2014 si articolerà in interventi di importanti relatori delle Università La Sapienza di Roma, Roma Tre ed Udine, nonché il Genio Civile di Roma, che metteranno in risalto, attraverso un’analisi approfondita, il rischio sismico in Italia, focalizzando l’attenzione dei presenti sullo stato dell’edilizia pubblica ed in particolare delle strutture scolastiche.

Lo Stato, le Regioni, le Province e i Comuni hanno avviato una serie di iniziative per lo sviluppo di una efficace azione di prevenzione, mettendo a frutto le esperienze già fatte ed in corso. Sono state, infatti, fissate regole antisismiche per le nuove costruzioni e per l’adeguamento o il miglioramento di quelle esistenti. Proprio il miglioramento sismico e la messa in sicurezza degli edifici, oltre alla  progettazione di strutture in zona sismica occuperanno gli interventi successivi da parte di docenti universitari e studiosi in materia.

La seconda parte dell’incontro verterà principalmente su dibattiti dedicati ad una corretta progettazione degli elementi non strutturali con focus sulla riduzione della vulnerabilità sismica degli impianti antincendio, sulla compartimentazione passiva post sisma dove verranno affrontate le prospettive e le normative in materia e il nuovo Testo Unico di Prevenzione Incendi.

In fase di prevenzione è, infatti, importante considerare la riduzione degli impatti post terremoto. I principali rischi post terremoto sono proprio da attribuirsi a danni ai dispositivi elettrici e meccanici, alla rottura e perdita della tenuta delle tubazioni del gas con conseguente danneggiamento dei servizi di fornitura, al rischio di esplosione, fino al “blocco” delle vie di fuga e al mancato servizio di soccorso da parte degli enti autorizzati.

Il Convegno terminerà con un’analisi di quanto presentato e dibattuto durante gli interventi della giornata, con considerazioni e riflessioni su quanto ancora è necessario sviluppare ed effettuare, sulle ricerche da condurre nel campo sismico sui sistemi di fissaggio e sui prodotti da costruzione per risolvere le problematiche più impegnative che i cittadini si trovano ad affrontare giorno dopo giorno.


Un commento su “Prevenzione rischio sismico: torna Seismic Academy di Hilti Italia

  1. buonasera
    ho brevettato (Brevetto per Invenzione Industriale Mondiale un dispositivo antisismico da integrare a tutte le tipologie di infissi esistenti (interni ed esterni) che non permette ai cedimenti strutturali di bloccarli, garantendo una via d’uscita libera e funzionale. Mi piacerebbe partecipare al convegno per dare visibilità al progetto, attualmente in corso di certificazione universitaria (Università di Ingegneria di L’Aquila) e Ministero dell’Interno (Vigili del Fuoco). L’azienda al momento è una Startup Innovativa. Saluti Luca Fallaolita

Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico