Premio Domotica 2012: la menzione al Museo Casa Natale di Enzo Ferrari

Riprendiamo la nostra serie di articoli dedicati ai progetti vincitori del Premio Domotica ed Energie Rinnovabili 2012 (leggi Premio Domotica ed Energie Rinnovabili 2012: integrazione impiantistica e FER per il futuro). Oggetto del presente articolo è il progetto del Museo Casa Natale di Enzo Ferrari, che ha ottenuto la menzione speciale.

 

Il Museo Casa Natale Enzo Ferrari è ubicato nei pressi del centro storico di Modena. Si tratta di un  complesso museale, di oltre 5.000 m2  di cui fa parte la casa  natale di Enzo Ferrari. Di fronte ad essa è stata realizzata una nuova galleria espositiva (i lavori sono iniziati nel 2009 e si sono conclusi nella primavera del 2012), l’ormai famoso cofano di alluminio, che avvolge la casa natale.

 

La galleria espositiva si compone di una copertura a doppia curvatura in alluminio verniciato lucido e  di una facciata, anch’essa a geometria curva complessa, con brise-soleil curvi e bordo-facciata in metallo lucido, che ricordano un cofano e una griglia di radiatore di una vettura ideale e fuori dal tempo. La facciata vetrata è di tipo strutturale, con pannelli in vetrocamera sostenuti da un sistema di funi in acciaio inox pretensionate.

 

Le scelte architettoniche sono una continua citazione del mondo dell’automobilismo ed un omaggio ad Enzo Ferrari, una delle menti più creative dello scorso secolo. Per realizzare una tale struttura è stato necessario risolvere problemi strutturali, energetici ed ambientali  assolutamente inediti per il modo dell’edilizia.

 

Quello del Museo Ferrari è un complesso museale ad alto risparmio energetico ed elevata sostenibilità ambientale, poiché progettato su principi di bioclimatica e realizzato con materiali e soluzioni tecniche all’avanguardia. In particolare, per la galleria espositiva assumono un ruolo climatico fondamentale il basamento interrato in c.a., dotato di intercapedine perimetrale in funzione deumidificante, e l’involucro di copertura, molto leggero ma con elevati livelli di isolamento termico ed acustico.

 

Le prese d’aria del cofano sono dotate di estrattori per la ventilazione naturale in configurazione free cooling. Un ulteriore elemento climatico fondamentale dell’involucro è costituito dalla facciata vetrata esposta a sud-ovest, con vetri neutri a basso fattore solare, elevati isolamento termico ed acustico; le lamelle in alluminio estruso, citazione del radiatore dell’auto, costituiscono dei validi frangisole, in particolare nelle fasi pomeridiane estive.

 

Un ottimale controllo dei flussi d’aria all’interno degli ambienti, con velocità dell’aria molto contenute e praticamente inavvertibili dai fruitori, una particolare attenzione alle problematiche del controllo acustico dei sistemi tecnologici, la totale integrazione dei sistemi di security, safety ed automation, completano il quadro delle principali scelte impiantistiche che ambiscono a fare di questo edificio un concentrato delle più moderne tecnologie, nel rispetto dell’ambiente e del benessere dei visitatori.

 

Un’altra importante caratteristica progettuale da sottolineare è che il sistema integrato edificio-impianto è stato analizzato anche in regime dinamico al fine di evidenziare il funzionamento nelle varie aree, durante tutte le possibili stagioni ed orari all’interno della giornata.

 

MENZIONE SPECIALE della GIURIA
Progetto: Museo Casa Natale Enzo Ferrari
Referente: Alessandro Pelligra
Progettisti: Studi Future Systems,Shiro Studio, Politecnica Modena

 

Articolo dell’ing. Bruno De Nisco


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico