Premio Domotica 2012: il premio per edificio non residenziale, la sede Abitcoop

Dopo avere illustrato le caratteristiche salienti del Museo Casa Natale di Enzo Ferrari, che ha ricevuto la Menzione Speciale dalla giuria del Premio Domotica ed Efficienza Energetica 2012, riprendiamo la nostra serie di approfondimenti con la descrizione della realizzazione ad alto contenuto domotico della sede uffici Abitcoop, che ha vinto la categoria per gli edifici non residenziali.

 

La nuova sede uffici di Abitcoop, cooperativa di abitazione della Provincia di Modena, è  un fabbricato a bassissimo consumo energetico con una impronta ecologica ridotta. Nonostante il nuovo edificio abbia un’immagine leggera e trasparente  risulta protetto dagli agenti atmosferici (protezione delle facciate), ben isolato dal freddo invernale (isolamento termico adeguato) e ben ombreggiato dal sole estivo (sistemi attivi e passivi di protezione solare).

 

In seguito alle scelte effettuate il fabbisogno di calore per riscaldamento specifico riferito alla superficie netta risulta pari a 7 KWh/(m2a) (Classe Gold della Classificazione CasaClima).

 

Il sistema di climatizzazione installato  è del tipo radiante a soffitto realizzato con pannelli in fibrogesso modulari, con circuito radiante integrato nel pannello stesso.
Le fonti attivanti sono una pompa di calore a gas con ciclo ad assorbimento, per un uso soprattutto invernale, ed una pompa di calore aria-acqua elettrica, per un uso soprattutto estivo. Il sistema radiante coesiste con un sistema di ventilazione canalizzato per ogni ambiente , con 4  recuperatori di calore ad alto rendimento per l’uso invernale, deumidificatori e batterie di post-trattamento per l’uso estivo. Dei sensori ambiente  controllati regolano il flusso dei fluidi nei circuiti a soffitto, mentre dei sensori di CO2  consentono la regolazione della portata d’aria esterna.

 

Sulla copertura piana è presente un impianto fotovoltaico a pannelli cristallini da 19,3 kWp.

 

La distribuzione elettrica principale si sviluppa lungo i battiscopa attrezzati degli uffici con possibilità di posizionare i frutti elettrici liberamente.
Inoltre, sono presenti  impianti speciali di rilevamento presenze ed apertura delle porte tramite badge, impianti di rilevamento fumi e di allagamento, il tutto collegato a un impianto di sicurezza e allarme.

 

La maggior parte degli impianti è controllato tramite un sistema di telecontrollo accessibile dalle postazioni autorizzate.
Il sistema di gestione dati funge anche da sistema telefonico (VoIP).
Il sistema di illuminazione, su bus DALI, è gestito mediante sensori di presenza ed è collegato al sistema di oscuramento di frangisole orizzontali o a tenda, con chiusura programmata,  a comando e con possibilità di regolazione manuale.
L’impianto domotico è basato su una centrale di controllo che comunica con i dispositivi in campo attraverso un bus LON.

 

Inoltre, sono presenti dei controllori specializzati dedicati alla gestione delle macchine di trattamento aria e delle pompe di calore , alla regolazione dei fancoil ma anche dei sensori multipli (rilevazione presenza, luminosità ambiente e controllo luce ambiente, sensore di contatto finestra), dei dispositivi di gestione ambiente (rilevazione temperatura, taratura set point, comando manuale luci e tapparelle, comando fancoil),  dei dispositivi di gestione ambiente dotati di interfaccia touchscreen, oltre ad una centrale meteorologica che rileva le condizioni esterne.

 

La supervisione permette la visualizzazione dello stato dell’impianto, l’impostazione dei set point ma anche la gestione degli storici (dati e tabelle) e la segnalazione di anomalie anche tramite e-mail.

 

PREMIO EDIFICIO NON RESIDENZIALE
Progetto: Nuova Sede Abitcoop
Referente: Gabriele Lottici
Progettista: arch. Gabriele Lottici

 

Articolo dell’ing. Bruno De Nisco


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico