Da locale produttivo a commerciale: il cambio richiede il PdC

Da locale produttivo a commerciale: il cambio richiede il Permesso di Costruire

Da locale produttivo a commerciale: il cambio richiede il Permesso di Costruire

Il cambiamento di destinazione d’uso di un locale da produttivo a commerciale richiede il preventivo rilascio del permesso di costruire. E questo indipendentemente dal fatto che il mutamento sia accompagnato o meno dall’esecuzione di opere edilizie. Perché questo? Il motivo risiede nel fatto che le due categorie funzionali non sono omogenee. In altri termini: il cambiamento di utilizzo diventa urbanisticamente rilevante.

Quanto detto proviene da lontano; dal decreto Sblocca Italia (DL 133/2014) che ha introdotto nel Testo Unico dell’Edilizia il nuovo articolo 23-ter rubricato Mutamento d’uso urbanisticamente rilevante. Cosa dice esattamente questo articolo per quanto attiene all’argomento in esame? L’articolo chiarisce che l’utilizzo di un immobile da categoria funzionale “produttiva e direzionale” (comma 1, lett. b) a “commerciale” (comma 1, lett. c) rientra tra i casi in cui, “Salva diversa previsione da parte delle leggi regionali, si verifica un “mutamento rilevante della destinazione d’uso ogni forma di utilizzo dell’immobile o della singola unità immobiliare diversa da quella originaria, ancorché non accompagnata dall’esecuzione di opere edilizie”.

Quindi, per concludere, il mutamento di destinazione d’uso di un locale dalla destinazione produttiva a una commerciale, anche senza realizzazione di opere, si configura come intervento urbanisticamente rilevante e necessita, per poter essere realizzato, del rilascio del permesso di costruire.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *