Passaggi Sicuri: ponti, gallerie, infrastrutture - Ingegneri.cc

Passaggi Sicuri: ponti, gallerie, infrastrutture

Passaggi sicuriÈ il capitolo 2 delle NTC 2018 a recitare l’importanza della vita nominale di progetto di un’opera, convenzionalmente definita come il numero di anni nel quale è previsto che l’opera, purché soggetta alla necessaria manutenzione, mantenga specifici livelli prestazionali.

L’espressione “purchè soggetta alla necessaria manutenzione” rappresenta la risposta alle tante domande che sono nate a seguito di tragici eventi scaturiti dal collasso delle strutture che garantisco i fondamentali e necessari collegamenti lungo il territorio italiano e che pertanto meritano di essere passaggi sicuri.

Le NTC ci ricordano, inoltre, che le opere e le componenti strutturali devono essere progettate, eseguite, collaudate e soggette a manutenzione in modo tale da consentirne la prevista utilizzazione, in forma economicamente sostenibile e con il livello di sicurezza previsto dalle norme.

Intervenire sulle infrastrutture, quali ponti e gallerie, rappresenta una priorità nei piani statali a partire dai collegamenti che interessano piccoli comuni fino alle principali arterie amministrate dai grandi gestori.

Connessioni infrastrutturali che si servono di strutture ormai vetuste (oltre il 50% possiede un’età di 40 anni e quasi uno su quattro supera i 50) che richiedono interventi di controllo e manutenzione al fine di garantire maggiore sicurezza. I collassi, dei viadotti di Fossano (Cuneo) e dell’ autostrada A14 Adriatica (al chilometro 235) fino al grave crollo del ponte di Genova, hanno evidenziato la necessità di intraprendere azioni non più procrastinabili.

Lo Stato è intervenuto con l’emanazione della Legge 130/2018 (il “Decreto Genova”). Ma quali strumenti di investimento sono a disposizione delle amministrazioni pubbliche? Partenariato Pubblico-Privato (PPP) e project financing, Project bonds, Fondi infrastrutturali, Private equity e private debt e le iniziative della European Investment Bank sono solo alcuni di questi per un valore di decine di miliardi di Euro che potrebbero superare i 200.

Sia la Pubblica Amministrazione sia i progettisti del settore privato possono giocare un ruolo chiave nella gestione dei fondi in attività concrete volte al miglioramento della sicurezza della rete stradale e infrastrutturale italiana. Tali aspetti saranno approfonditi nell’ambito del progetto “Passaggi sicuri: ponti, gallerie, infrastrutture”, organizzato dalla Maggioli Editore e patrocinato da Regione Emilia Romagna, Roma 1 La Sapienza, SIG e UNI.

Il progetto prevede:

  • SPECIALE ONLINE SU EDILTECNICO.IT
    focus con news, approfondimenti e tecnologie
  • DOSSIER PERIODICO SU L’UFFICIO TECNICO
    contributi e approfondimenti sulla rivista mensile per i tecnici del settore pubblico e privato
  • eBOOK MONOGRAFICO
    contenuti speciali e articoli scritti dai principali esperti del settore, casi studio e tecnologie
  • EVENTO SPECIALE CONCLUSIVO
    26 marzo 2020, Royal Hotel Carlton, Bologna

Leggi gli approfondimenti sulla tematica e segui gli aggiornamenti questa pagina, per saperne di più su “Passaggi sicuri: ponti, gallerie, infrastrutture”.

Articoli di approfondimento

Il CNIT fotografa infrastrutture, trasporti e costruzioni. Difficili le eredità della crisi

Infrastrutture, trasporti e costruzioniA cura della redazione_ Il CNIT “Conto Nazionale delle Infrastrutture e dei Trasporti – Anni 2017-2018” è il rapporto annuale che nasce dalla collaborazione congiunta dell’Ufficio di Statistica del Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti con Uffici, Dipartimenti e Direzioni Generali del Ministero, altre Amministrazioni Pubbliche, ISTAT, Aziende, Imprese, Enti ed Istituti di ricerca.

All’interno del documento, dedicato ad infrastrutture, trasporti e costruzioni, viene fotografata, attraverso la raccolta di dati statistici e serie di dati, la situazione relativa agli scorsi anni (dal 2000 al 2018) circa la condizione economica nazionale su opere pubbliche e politiche abitative, infrastrutture, mezzi e traffico per modo di trasporto, offerta, domanda e indicatori di mobilità urbana, ambiente ed esternalità derivanti dai trasporti, reti trans-europee di trasporto e programmi nazionali ed europei.

Parte delle informazioni presenti sul CNIT – infrastrutture, trasporti e costruzioni sono accessibili anche in formato Opendata sul sito istituzionale nella sezione Dataset del MIT. Il resoconto dei dati su infrastrutture, trasporti e costruzioni viene introdotto da una prefazione cura…continua la lettura

Investimenti nelle infrastrutture. Dal CNI il monito: “troppi sprechi e troppe regole”

investimenti nelle infrastruttureA cura della redazione_ Gli investimenti nelle infrastrutture sono fondamentali affinché il territorio cresca. Difatti è una fisiologica correlazione quella tra lo sviluppo infrastrutturale e sociale, ma se si analizzano i dati relativi agli investimenti pubblici impiegati nel settore negli ultimi anni, la panoramica che emerge è poco rosea.

Di questa situazione si è parlato durante il convegno “Infrastrutture per la crescita: cultura ingegneristica tra programmazione e progettazione” organizzato dal Consiglio Nazionale Ingegneri e dall’Ordine degli Ingegneri di Matera. Un’occasione per prendere coscienza della situazione attuale e delle soluzioni necessarie da adottare per correre ai ripari su una così importante mancanza.

“-21% di investimenti pubblici in infrastrutture negli ultimi 10 anni. Troppi sprechi di risorse e troppe regole affossano il Paese”. Il dato si riferisce al periodo tra il 2008 ed il 2018, durante il quale gli investimenti pubblici in opere stradali e del Genio Civile, hanno registrato la caduta…continua la lettura

Ferrovia Napoli-Bari: per raggiungere il sud a 200 km/h con sostenibilità

A cura della redazione_ La commessa della ferrovia Napoli-Bari, relativamente al tratto Apice – Hirpinia, dal valore economico di 608 milioni di euro, è stata aggiudicata al consorzio costituito da Salini Impregilo, Astaldi, Rocksoil, Net Engineering e Alpina.

La gara di progettazione esecutiva e l’esecuzione dei lavori è stata assegnata da Rete Ferroviaria Italiana, società del Gruppo FS Italiane. L’itinerario della ferrovia Napoli-Bari, che si estende per 150 km, fa parte del Corridoio ferroviario Tent Scandinavia-Mediterraneo, che collega il Nord Europa con Germania e Sud Italia ed è considerata opera strategica dal Decreto Sblocca Italia.

Il corridoio Scandinavo-Mediterraneo, che fa parte delle reti TEN che hanno l’obiettivo di interconnettere le reti infrastrutturali nazionali, parte dal confine russo-finlandese e dai porti finlandesi di HaminaKotka, Helsinki e Turku-Naantali a Stoccolma, mediante “un’autostrada del mare”, e attraversa…continua la lettura

Ponti, viadotti e monitoraggio. Da ENEA arrivano proposte tecnologiche su come intervenire

Monitoraggio pontiA cura della redazione_ Di monitoraggio ponti, si è parlato lo scorso 14 febbraio presso la sede ENEA di Roma dove si è tenuto il convegno “Monitoraggio e valutazione di ponti e viadotti – Stato dell’arte e prospettive” durante il quale è stato fatto il punto sulle attività e le proposte per la salvaguardia e la manutenzione preventiva delle infrastrutture.

Durante l’incontro, al quale hanno preso parte i massimi esperti del settore, sono state individuate le soluzioni da adottare sulle strutture presenti lungo il sistema infrastrutturale, con l’obiettivo di monitorare e riconoscere lo stato di conservazione e di degrado dei materiali.

Paolo Clemente del laboratorio di “Tecnologie per la dinamica delle strutture e la prevenzione del rischio sismico e idrogeologico – ENEA”, ha spiegato: “i crolli di ponti e viadotti che si sono verificati negli ultimi anni suggeriscono che, come le persone, anche le strutture hanno bisogno di check-up programmati. Oggi siamo in grado di controllarle di continuo grazie acontinua la lettura

Impianti in galleria: antincendio, illuminazione e ventilazione

Di Pietro Salomone_ Gli impianti in galleria, così come l’intero mondo delle opere in sotterraneo è molto vasto e variegato.

La galleria nello specifico, come opera di ingegneria riveste un particolare interesse per le diverse discipline, che devono essere applicate alla realizzazione dell’opera.

In materia antincendio il DPR n.151/2011 ha aggiunto la nuova attività n.80 denominata “Gallerie stradali di lunghezza superiore ai 500 m e ferroviarie superiori ai 2000 m”.

La galleria di tipo stradale prevede, per il suo utilizzo in sicurezza, diverse tipologie di impianti da installare al suo interno: impianti di illuminazione, impianti di ventilazione, impianti di sicurezza antincendio, vie di esodo, impianti di controllo e supervisione. L’impianto di illuminazione di una galleria è possibile dividerlo i due macro categorie: illuminazione ordinaria ed l’illuminazione di emergenza. L’illuminazione ordinaria è costituita dall’illuminazione permanente e…continua la lettura

Cercasi proprietari per manutenzione viadotti. Nessuno si occupa di 1.425 strutture

manutenzione viadottiA cura della redazione_Il dato sulla paternità e manutenzione viadotti è allarmante ed è il risultato di un censimento avviato da Anas ad inizio 2017, sull’intero territorio italiano. Ad essere messe sotto analisi sono state 2.994 opere tra ponti e viadotti di scavalco della rete stradale ed autostradale sotto gestione dell’Ente.

Il censimento fu commissionato dall’ex Presidente Anas, Armani, con l’obiettivo di individuare i proprietari e gestori, quindi i diretti responsabili, dell’esercizio della manutenzione.

A seguito dell’indagine, 983 sono le strutture risultate di proprietà Anas e 586 a carico di altri Enti quali Comuni, Provincie, Regioni, Concessionari autostradali, Consorzi… ma a restare orfane sono ben 1.425 opere.

Di grande rilievo è anche il dato circa la vetustà delle opere, delle quali oltre il 50% possiede un’età di 40 anni e quasi uno su quattro supera i 50. Difatti il 24% dei viadotti costruiti prima del 1961 ha 58 anni e solo il 15%, datato post 2000, ha meno di 18 anni…continua la lettura