Pareti di tamponamento e isolamento. Tecnologia e tecniche

Pareti di tamponamento e isolamento. Tecnologia e tecniche

Pareti di tamponamento

Le pareti di tamponamento rappresentano un elemento chiave per l’edificio, infatti le partizioni opache esterne influenzano notevolmente il rendimento termico ed acustico dell’involucro.

Di seguito è presente una breve raccolta delle diverse tipologie di pareti di tamponamento che si differenziano per materiale e caratteristiche tecnologiche e tecniche.

Partiamo con le pareti di tamponamento in laterizio. Queste vengono, nella maggioranza dei casi, realizzate con tipologia a “doppio strato”, ovvero un doppio strato di laterizio intervallato da una intercapedine di aria e materiale fonoisolante.

Studi di laboratorio hanno dimostrato che, per ogni centimetro di intercapedine riempita con isolante fibroso, corrisponde un miglioramento nell’isolamento di 1 dB rispetto alla stessa intercapedine vuota.

Le pareti in laterizio sono caratterizzate da molte eterogeneità e vuoti e, in genere, il muratore non riempie di malta i giunti verticali dei mattoni, ma alletta solo i corsi di mattoni orizzontali. Ecco perché, spesso, pareti che dovrebbero dare un sufficiente grado di isolamento in funzione del loro peso difettano, invece, di 10 dB o addirittura di 30 dB. Da qui l’importanza della stesura di un intonaco che impermeabilizzi la parete.

In commercio vi sono svariati blocchi in laterizio, prodotti da diverse aziende che, nella loro attività di ricerca, dopo aver sviluppato prodotti strutturali e faccia a vista ad elevato isolamento termico, si sono concentrate su soluzioni ad elevati standard di isolamento acustico. Tali blocchi permettono un ottimo isolamento acustico della parete, garantendo il comfort interno agli ambienti.

Potrebbe interessarti: Pannelli x-lam, le verifiche al fuoco. Come procedere per la progettazione

Pareti di tamponamento gasbeton

Come per la parete in laterizio poc’anzi esaminata, la progettazione di una parete doppio strato in gasbeton, intervallato da una camera d’aria con materiale fonoisolante, garantisce prestazioni acustiche migliori.

L’indice di valutazione del potere fonoisolante Rw di pareti pluristrato realizzate in gasbeton viene determinato, in base a prove effettuate dalle ditte produttrici, presso laboratori autorizzati in collaborazione con i principali produttori di pannelli fonoisolanti, determinando così pacchetti di pareti standard certificate che rispettano i requisiti di resistenza acustica.

Non perderti: Facciate a doppia pelle. Come cambia l’involucro contemporaneo?

Pareti di tamponamento legno lamellare

Il legno, che trova radici storiche nell’edilizia, sta vivendo un periodo di riscoperta culturale che amplifica i suoi campi di applicazione. Mantiene le caratteristiche di un organismo vivente perfino dopo essere stato tagliato, emana una fragranza piacevole e fresca assorbendo allo stesso tempo i profumi. L’estesa e porosa superficie del legno può assorbire gas e vapori nocivi. L’aria che passa attraverso il legno è filtrata e depurata.

L’impiego della fibra in legno rappresenta un gran vantaggio perché essa è un ottimo isolante termico sia d’inverno sia d’estate.

Tra i vantaggi, vi sono:

  • protezione ottimale contro il freddo con conseguente riduzione dei consumi di riscaldamento;
  • protezione ottimale contro il caldo d’estate, con conseguente riduzione dei consumi per il raffrescamento;
  • elevato isolamento acustico;
  • livello ottimale d’umidità;
  • traspirabilità del materiale.

Una differenza sostanziale, dal punto di vista della fisica tecnica, tra la parete in legno massiccio e quella a telaio è data dal comportamento statico che esse hanno in caso di evento tellurico e dalla posizione in cui viene inserito l’isolante.

Nel sistema a telaio, l’isolamento termo-acustico è presente all’interno della struttura, mentre nella parete in legno massiccio occorre fare un cappotto esterno per isolare termicamente ed acusticamente la pareteIn teoria, il sistema leggero (pannello intelaiato) potrebbe favorire l’ottimizzazione dello spessore delle pareti, visto che l’isolamento scompare all’interno della struttura del pannello, ma ne verrebbe inficiata la prestazione energetica della parete, perché non garantirebbe massa e quindi soluzione di continuità del materiale isolante.

Infatti la parete in legno massiccio x-lam con cappotto termoacustico esterno offre maggiori risultati in termini di trasmittanza, in quanto i montanti e i traversi del pannello a telaio costituiscono un ponte termico (sebbene il legno abbia una certa resistenza termica, conduce molto di più dell’isolante). Dal punto di vista del surriscaldamento estivo, inoltre, il sistema x-lam (pannello di tavole) offre notevoli vantaggi in più grazie alla maggiore massa termica della parete garantendo un eccezionale sfasamento termico (sfasamento termico = numero di ore necessarie all’onda termica per passare attraverso una parete).

Dal punto di vista del comportamento sismico, i pannelli di compensato di tavole multistrato x-lam garantiscono una maggiore rigidezza nel piano, rispetto al sistema a pannelli intelaiati. Infatti l’elevata resistenza statica del sistema x-lam è data dal fatto che il pannello è formato da strati incrociati di tavole che rendono la parete indeformabile.

Da Ediltecnico suggeriamo l'approfondimento: Ecobonus 110%, come intervenire sul cappotto termico

Pareti di tamponamento in acciaio zincato

La parete di tamponamento realizzata in acciaio è una tipologia costruttiva usata principalmente nella realizzazione di nuovi edifici pubblici e residenze di emergenza di tipo modulare. Sono invece pochi gli esempi di edifici privati realizzati con tale sistema costruttivo.

La parete è realizzata mediante fissaggio di pannelli sandwich alla struttura portante dell’edificio, di solito anch’essa in acciaio.

Il pannello sandwich è composto da due pannelli in acciaio zincato intervallati da un isolamento termo-acustico; i pannelli vengono poi rivestiti internamente in cartongesso ed esternamente lasciati a vista o rifinito in base alla scelta del progettista.

L’isolamento acustico è quindi fornito solo dal pannello fonoisolante, il cui potere fonoisolante Rw viene determinato, in base a prove effettuate dalle ditte produttrici, presso laboratori autorizzati. Quindi in base alla destinazione d’uso dell’edificio ed ai requisiti di isolamento acustico da rispettare per legge, si valuta quale sia il pannello sandwich più adatto.

Il testo è di  Giuseppe Albano e Luca F. Damiani ed è tratto dal volume “Tecnologia e tecniche delle pareti in edilizia”

Ti consigliamo:

SUPERBONUS 110% DOPO IL DECRETO RILANCIO. TUTTI I LAVORI AGEVOLABILI - eBook

SUPERBONUS 110% DOPO IL DECRETO RILANCIO. TUTTI I LAVORI AGEVOLABILI - eBook

Antonella Donati, 2020, Maggioli Editore
Superbonus al 110% per tutti gli interventi di risparmio energetico realizzati sugli interi edifici, di proprietà condominiale o privata, ma solo nel caso in cui l'immobile unifamiliare sia destinato a prima casa.Il bonus potrà essere ceduto alle imprese a fronte di uno sconto in fattura, e le...

14,90 € 13,42 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *