Opera d’arte e tecnologia del futuro: la struttura Bolle

Bolle: distilleria di Bassano del Grappa

Per celebrare i 225 anni dalla fondazione della storica distilleria di Bassano del Grappa, la ditta Bortolo Nardini ha commissionato nel 2004 a Massimiliano Fuksas, architetto di fama internazionale, una struttura che è insieme un’opera d’arte e la testimonianza del meglio della tecnologia e del design di questo nuovo millennio che coniuga in modo magistrale il richiamo agli elementi naturali alla proiezione verso la sempre minore invasività della attività umane.

La struttura, denominata “Bolle”, contiene un laboratorio di ricerca e controllo qualità ed un auditorium per incontri ed eventi, ed è stata pensata dal celebre architetto come sospesa su un laghetto sul quale si riflette e dal quale trae parte della sua simbolica spinta verso l’alto e il futuro.

Un’opera che, per tecniche progettuali e costruttive ,è l’espressione del meglio di quanto oggi sia possibile fare, in accordo con la qualità dei distillati Nardini che sulla qualità hanno sempre basato la realtà aziendale.

Non stupisce quindi che per la gestione del laghetto sia stata scelta la tecnologia Xylem che ha installato una pompa Lowara della serie SH dotata di un controllo elettronico della velocità di rotazione Hydrovar.

In questo modo, oltre a garantire il giusto apporto idrico al bacino in ogni condizione, si è potuta rispettare la richiesta del controllo della velocità di circolazione dell’acqua del laghetto, fattore determinante per mantenere l’estetica dei riflessi che il noto architetto ha ideato.

L’affidabilità del sistema idraulico è stato un’altro dei punti qualificanti della tecnologia Xylem, che ha optato per una pompa con corpo in acciaio inox che offre le migliori garanzie di resistenza alla corrosione.

Hydrovar, Bolle, distilleria di Bassano del Grappa


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico