Obbligo assicurazione RC professionale: ecco chi è soggetto e chi no

Non è la qualità di ingegnere iscritto all’Ordine che determina l’insorgenza dell’obbligo a sottoscrivere una polizza di assicurazione RC professionale, ma l’ulteriore condizione dell’esercizio dell’attività come libero professionista. Ribadiscono il concetto gli ingegneri del Centro Studi del CNI, esaminando la circolare che era stata segnalata qualche settimana fa da Ingegneri.cc.

 

“Con questa circolare – ha affermato Armando Zambrano, Presidente del CNI – si è chiarito un aspetto importante, quello dell’assicurazione, che tende a definire con più precisione il campo professionale degli ingegneri. È importante distinguere tra chi esercita effettivamente la professione e chi no”.

 

Sul tema dell’assicurazione RC professionale obbligatoria si era pronunciato recentemente su queste pagine anche l’ing. Marco Belardi, presidente dell’Ordine degli Ingegneri di Brescia, intervistato in occasione della presentazione del Congresso Nazionale degli Ingegneri d’Italia 2013 in programma a luglio.

 

“Qualsiasi ingegnere che svolga attività sottoposta a riserva di legge”, aveva detto Belardi, “è già coperto dalle adeguate e necessarie polizze assicurative che, ovviamente, vanno a tutelare l’interesse del professionista ma anche della committenza” (leggi l’intervista completa all’ing. Marco Belardi).

 

Il documento diffuso dal CNI mostra come, anche se l’obbligatorietà si riferisce in astratto a tutti i professionisti iscritti ai rispettivi Ordini, diventi effettiva solo quando gli ingegneri mostrano di esercitare in modo effettivo la professione.

 

Quindi, in sintesi, le conclusioni più importanti della circolare in commento sono le seguenti: l’obbligo di assicurazione RC professionale vale esclusivamente per gli ingegneri iscritti agli Ordini che esercitano, in modo effettivo, l’attività libero-professionale.

 

Al contrario, gli ingegneri iscritti, ma che non esercitano concretamente, non sono obbligati a sottoscrivere l’assicurazione professionale.

 

Nessun obbligo, a maggior ragione, anche per gli ingegneri assunti dalla pubblica amministrazione che esercitano la professione in esclusiva per il proprio ente e per quei dipendenti delle aziende private che non firmano i progetti.

 

Infine ricordiamo la recente pubblicazione sul tema dell’assicurazione RC professionale per gli ingegneri, realizzata sempre dal Centro Studi del CNI in collaborazione con gli esperti Crawford & Company Italia S.r.l.

 

Per degli approfondimenti mirati, ricordiamo il ciclo di post di analisi sull’assicurazione RC professionali pubblicati recentemente dal quotidiano online per professionisti tecnici Ediltecnico.it


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico