Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni in Gazzetta Ufficiale

Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni in Gazzetta Ufficiale

Decreto SCIA in Gazzetta: l’analisi del testo

Le Nuove NTC sono state pubblicate nella Gazzetta Ufficiale del 20 febbraio 2018. Saranno in vigore da 30 giorni dopo la pubblicazione e dunque dal 22 marzo. Si compongono di un decreto di tre articoli più un allegato, vero cuore delle nuove regole, composto da 12 capitoli. Adesso manca solo la Circolare esplicativa, che dovrebbe essere pubblicata a breve. Clicca qui per consultare il testo delle nuove NTC pubblicato in Gazzetta.

Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni: contenuti del decreto

Nell’Articolo 1 è contenuta l’approvazione del testo aggiornato delle NTC Norme Tecniche per le Costruzioni. Articolo 2: indica la durata del periodo transitorio, successivo all’entrata in vigore delle norme tecniche revisionate, entro il quale si possono ancora applicare le previgenti norme tecniche. Articolo 3: le norme tecniche approvate entrano in vigore 30 giorni dopo la loro pubblicazione nella Gazzetta Ufficiale della Repubblica Italiana, cioè il 22 marzo 2018.

Nuove Norme Tecniche per le Costruzioni: l’allegato

I contenuti del decreto riguardano: articolo 1) La semplificazione delle regole sulla messa in sicurezza degli edifici esistenti; articolo 2) gli interventi di miglioramento, durante i quali non si mette mano alla struttura dell’edificio; articolo 3) i materiali utilizzati per uso strutturale e i coefficienti che determinano le caratteristiche degli elementi portanti di tutti gli edifici.

1. Oggetto
2. Sicurezza e prestazioni attese
3. Azioni sulle costruzioni
4. Costruzioni civili e industriali: calcestruzzo, acciaio, acciaio-calcestruzzo, legno, muratura, altri materiali
5. Ponti
6. Progettazione geotecnica
7. Progettazione per azioni sismiche
8. Costruzioni esistenti
9. Collaudo statico
10. Redazione dei progetti strutturali esecutivi e delle relazioni di calcolo
11. Materiali e prodotti a uso strutturale
12. Riferimenti tecnici

Per gli edifici esistenti sono previsti livelli di sicurezza più bassi rispetto ai nuovi, con un miglioramento che arrivi almeno al 60% del valore di sicurezza rispetto a un nuovo edificio (nel caso di scuole e costruzioni che ricadano nella Classe d’uso IV e Costruzioni con funzioni pubbliche o strategiche importanti). Per Classi d’uso II e III, gli interventi di miglioramento dovranno conseguire un valore di sicurezza almeno del 10% di delle nuove costruzioni.

Il Capitolo 11 presenta novità dovute a un aggiornamento alla marcatura CE dei prodotti da costruzione in base al Regolamento UE 305/2011. L’allnemanto comprta la modifica delle denominazioni delle certificazioni e delle qualificazioni necessarie per i prodotti strutturali. Non cambiano procedure e rapporti tra i diversi soggetti coinvolti nel controllo e nell’accettazione in cantiere dei materiali. Aggiunta la parte relativa al calcestruzzo fibrorinforzato per la realizzazione di elementi strutturali. Considerata la norma UNI EN 1090, che ha stabilito la marcatura CE per gli acciai lavorati, tranne le barre di armatura.

Ti potrebbe interessare

Norme tecniche per le costruzioni 2018

Norme tecniche per le costruzioni 2018


Andrea Barocci , Febbraio 2018, Maggioli Editore

NTC2018 - Questo manuale fornisce un puntuale commento, capitolo per capitolo e paragrafo per paragrafo, della nuova normativa al fine di dare al lettore uno strumento di fondamentale importanza per inquadrare cosa è cambiato, e in che misura, e cosa è rimasto invariato.


49,00 € 41,65 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *