Mobilità sostenibile, il Regno Unito è all’avanguardia anche del mercato

Poche emissioni e mercato già allineato alla normativa europea che impone la commercializzazione di auto che possiedano come requisito obbligatorio un tetto di emissioni massime di 130 g di CO2/km entro il 2015. A dirlo nel suo rapporto annuale è la Society of Motor Manufacturers and Traders (SMMT), l’istituto che rappresenta la produzione e il mercato di autoveicoli britannico.

 

Nel 2011 le sostanze inquinanti provenienti dal parco circolante in Gran Bretagna sarebbero diminuiti del 4,2% rispetto all’anno precedente. E il Paese è all’avanguardia anche per quanto riguarda il mercato dei veicoli ibridi e dei diesel, che costituiscono ormai oltre la metà delle nuove immatricolazioni (50,6%). Buone prestazioni anche dei veicoli ad alimentazioni alternative (Alternative Fuelled Vehicles-AFV) che hanno registrato una crescita dell’1,3%.

 

La maggior parte delle macchine alternative infatti appartiene alla tipologia degli ibridi grazie all’adozione di un motore elettrico e uno a benzina registrando emissioni di CO2 di 104 g/km inferiore del 25% rispetto alla media europea.

 

Bene la mobilità elettrica
Nello scorso anno è sceso significativamente il prezzo delle batterie per gli e-vehicle, che ha segnato un -14% sfiorando i 689 dollari/kWh. I dati, contenuti nel rapporto redatto dalla Bloomberg New Energy Finance, segnalano la possibilità di una ulteriore diffusione commerciale dei veicoli a batteria, finora proceduta più lentamente anche per gli importanti costi dei sistemi di accumulo.

 

E la Gran Bretagna intende guadagnarsi la leadership anche per quanto riguarda la mobilità sostenibile incentivando il ricorso e la diffusione di veicoli elettrici con batterie piccole da preferire alle prime generazioni, che certamente permettevano di percorrere distanze più lunghe ma che esercitano un impatto pesante sull’ ambiente.

 

Fonte Ansa


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico