Mini ascensore contro le barriere architettoniche, Homelift OTIS

Un mini ascensore di facile installazione che si collega alla presa di casa da 220-230 V per muoversi liberamente dalla propria abitazione all’esterno senza necessità di fare le scale. Una soluzione ideale per il superamento delle barriere architettoniche negli edifici. Ci ha pensato OTIS Italia, tra i maggiori produttori mondiali di ascensori e scale mobili, che propone nella sua gamma di prodotto, una soluzione pensata per questa esigenza: il miniascensore OTIS Homelift.

 

Ricordiamo che, con la recente conversione in legge del DL 63/2013, anche per l’acquisto e l’installazione di questo genere di dispositivi è sfruttabile la Detrazione 50% sull’IRPEF fino al 31 dicembre 2013. Inoltre, qualsiasi opera rivolta all’abbattimento delle barriere architettoniche beneficia dell’aliquota agevolata sull’IVA al 4% (per ulteriori informazioni leggi L’IVA agevolata per l’abbattimento delle barriere architettoniche).

 

La piattaforma elevatrice OTIS Homelift beneficia, per la sua progettazione, dell’esperienza OTIS in campo ascensoristico, e rappresenta la soluzione ideale per chiunque abbia necessità di superare dislivelli che rappresentino un ostacolo alla libertà di movimento.

Mini ascensore contro le barriere architettoniche, Homelift OTIS

La caratteristica peculiare di tale impianto è la semplicità di installazione, un grande aiuto per gli utenti privati: il suo consumo è pari a quello di un elettrodomestico. Inoltre, le sue dimensioni di ingombro sono tali per cui gli interventi sull’edificio esistente sono ridotti ai minimi termini.

 

Questo miniascensore può risolvere il problema dell’abbattimento delle barriere architettoniche anche a coloro che non dispongono di spazi interni all’edificio, come la classica tromba di scale: servendosi infatti di una torretta in struttura metallica, può venire installato all’esterno dell’edificio, creando gli opportuni sbarchi ai vari livelli.

Mini ascensore contro le barriere architettoniche, Homelift OTIS

Particolare attenzione è stata posta anche all’integrazione architettonica nel contesto esistente di questo impianto: è possibile scegliere in un’ampia gamma di finiture, sia per l’impianto, sia per l’eventuale struttura metallica, con la possibilità di soluzioni vetrate panoramiche che arricchiscono esteticamente l’edificio in cui viene installato.

 

La piattaforma elevatrice Homelift può essere installata anche in luoghi aperti al pubblico, abbattendone le barriere architettoniche e aumentandone la fruibilità.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico