Materiali isolanti tra Marcatura CE e dichiarazione di prestazione: un incontro gratuito a Milano

Si terrà il prossimo 18 novembre 2013 presso la sede UNI di Milano la giornata di studio gratuita dedicata alla normativa tecnica sui materiali isolanti, organizzato dal Gruppo di lavoro del CTI sugli isolanti e l’isolamento termico.

 

I materiali isolanti rappresentano uno degli strumenti più innovativi che il mercato dell’edilizia ha a disposizione per il miglioramento delle prestazioni energetiche degli edifici. Dai materiali isolanti, comunque, è atteso ancora molto già nel breve periodo sia in termini di prestazioni tecniche che di rapporto costo/benefici con particolare riferimento sia al parco edilizio esistente che a quello di nuova costruzione.

 

Di fatto, nella prima settimana di agosto, il Ministero dello sviluppo economico, per ottemperare ai disposti della direttiva 31/2010, ha inviato alla Commissione europea un rapporto nel quale vengono individuate le prestazioni energetiche “ottimali” per diverse tipologie di edifici, ovvero le prestazioni alle quali corrispondono i costi minimi totali, definiti come la sommatoria degli investimenti richiesti per l’adozione di tecnologie per il risparmio energetico (energie rinnovabili incluse), dei costi della manutenzione e per alimentare gli impianti di climatizzazione (combustibili ed elettricità).

 

Per esempio: un condominio di nuova costruzione in zona climatica E minimizza i suoi costi se equipaggiato di un particolare pacchetto tecnologico (nel caso specifico, tra i diversi interventi: collettori solari per ACS, caldaia a gas e macchina frigorifera ad alta efficienza, trasmittanze termiche medie di pareti e solai dell’ordine di 0,25-0,30 W/m2 K) che consente di limitare i consumi annui di energia primaria a circa 70 kWh/m2 per anno (raffrescamento compreso).

 

È evidente che questo modo di procedere costituisce una base molto razionale per fissare sia i limiti di legge (che dovranno essere ridefiniti con i decreti attuativi della recente legge 90/2013), sia la definizione di edificio ad energia quasi zero – nZEB. Infatti, limiti e nZEB devono trovare una solida giustificazione economica.

 

In questo contesto, la Giornata di Studio vuole fare il punto sulla normativa tecnica di interesse del settore – con riferimento alle ultime norme pubblicate e ai lavori in corso – ed analizzare le nuove aspettative imposte dalle leggi e dal mercato.

 

Con la Giornata di Studio verranno anche toccate le importanti tematiche legate alla marcatura CE e alla nuova Dichiarazione di Prestazione (DoP) – in accordo alla recente entrata in vigore del regolamento sui prodotti da costruzione noto come CPR – e della sostenibilità (in proposito leggi l’articolo dell’ing. Marco Torricelli Marcatura CE, da luglio è in vigore il Regolamento EU 305/11: tutte le novità su Ediltecnico.it).

 

Scarica la locandina con il programma della giornata di studio e la scheda di iscrizione


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico