Mascherina Covid-19: quando indossarla sui luoghi di lavoro?

Mascherina Covid-19: quando indossarla sui luoghi di lavoro?

Aggiornamento del 5 novembre 2020_Il Dl n. 125 del 7 ottobre 2020 prevede tra le misure connesse alla proroga dello stato di emergenza Covid-19 (fino al 31 gennaio 2021), l’obbligo di indossare le mascherine nei luoghi chiusi diversi dalle abitazioni private e in tutti i luoghi all’aperto a eccezione dei casi in cui, per le caratteristiche dei luoghi o per le circostanze di fatto, sia garantita in modo continuativo la condizione di isolamento rispetto a persone non conviventi.

Parallelamente il testo normativo precisa che restano validi i protocolli per le attività economiche e produttive, amministrative e sociali.

Ma allora come regolarsi con l’uso della mascherina Covid-19 in ambienti lavorativi? Il chiarimento è stato dato dall’avvocato giuslavorista Aldo Bottini, riportato su un articolo de “Il Sole 24 Ore”.

Vediamo nel dettaglio.

Leggi anche: Le spese consulenza sicurezza Covid-19 sono agevolabili?

Mascherina Covid-19: l’obbligo è valido anche per i luoghi di lavoro?

L’avvocato giuslavorista Aldo Bottini sottolinea: “L’obbligo di indossare la mascherina nei luoghi chiusi diversi dalle abitazioni private, previsto dal Dl 125/2020 in tutti casi in cui non sia possibile garantire in modo continuativo l’isolamento rispetto alle altre persone (concetto ben diverso dal mero distanziamento), non sembra estendersi automaticamente ai luoghi di lavoro. Per questi ultimi, infatti, vengono fatte espressamente salve le previsioni dei protocolli anti contagio, che in molti casi prevedono l’obbligo di mascherina solo dove non sia possibile il distanziamento minimo. Da un punto di vista di interpretazione letterale della norma, non sembra possibile una diversa lettura. Ciò non esclude che, in un’ottica di massima prudenza e di coerenza del sistema, si possa ritenere opportuno prevedere più rigorose procedure sull’uso delle mascherine nei luoghi di lavoro”.

Difatti il protocollo datato 24 aprile 2020 per il contrasto del Covid-19 negli ambienti di lavoro prevede l’obbligo di mascherina nei casi in cui non è possibile garantire la distanza di almeno un metro. Il Dl 125/2020 pur prevedendo l’obbligo di indossare le mascherine Covid-19 nei luoghi chiusi diversi dalle abitazioni private, fa salvi i protocolli.

Lo stesso decreto specifica, inoltre che restando esclusi dall’obbligo di indossare la mascherina Covid-19:

  1. i soggetti che stanno svolgendo attività sportiva;
  2. i bambini di età inferiore ai sei anni;
  3. i soggetti con patologie o disabilità incompatibili con l’uso della mascherina, nonché coloro che per interagire con i predetti versino nella stessa incompatibilità.
Potrebbe interessarti: Sars-Cov-2 ricambio d’aria e riapertura scuole: l’importanza della ventilazione meccanica

Cosa cambia per la sorveglianza sanitaria sui luoghi di lavoro?

Non solo precisazioni sull’uso delle mascherine, ma per i luoghi di lavoro va specificato che a decorrere dal 5 novembre 2020 è di nuovo disponibile, per i datori di lavoro interessati, il servizio online per l’inoltro delle richieste di visita medica per la sorveglianza sanitaria eccezionale.

Sul sito dell’INAIL viene comunicato che la legge n. 126 del 13 ottobre 2020, di conversione del decreto legge n. 104 del 14 agosto 2020, ha disposto la proroga delle disposizioni di cui all’art. 83 del decreto legge n. 34 del 19 maggio 2020, convertito, con modificazioni, dalla legge n. 77 del 17 luglio 2020, che, pertanto, rimane in vigore sino al 31 dicembre 2020.

I datori di lavoro pubblici e privati interessati possono nuovamente fare richiesta di visita medica per sorveglianza sanitaria dei lavoratori e delle lavoratrici fragili, tramite l’apposito servizio online ai servizi territoriali dell’Inail.

Una novità dato che ad agosto era venuto meno l’obbligo di sorveglianza sanitaria eccezionale per i “lavoratori maggiormente esposti a rischio di contagio in ragione dell’età o della condizione di rischio derivante da immunodepressione, anche da patologia Covid-19, o da esiti di patologie oncologiche o dallo svolgimento di terapie salvavita o comunque da comorbilità che possono caratterizzare una maggiore rischiosità”.

Tale sorveglianza eccezionale consiste in una visita medica specifica per i lavoratori “fragili” al rientro presso il proprio posto di lavoro, ciò comporta il ricorso al medico competente anche da parte delle aziende che, in via ordinaria, non vi erano tenute.

Inail aveva comunicato la chiusura dell’applicativo per la richiesta di visita medica per sorveglianza sanitaria eccezionale ai sensi dell’art. 83 del decreto legge 34/2020, a seguito dell’emanazione della circolare n. 13 del 4 settembre 2020 del Ministero del lavoro e delle politiche sociali e del Ministero della salute e dei mutamenti del quadro normativo.

A tal proposito le domande presentate fino al 31 luglio 2020 venivano regolarmente evase dalle strutture territoriali dell’Inail. Per le domande presentate successivamente al 31 luglio 2020 sono di prossima pubblicazione indicazioni da parte dell’Istituto. Resta però valida la necessità che il datore di lavoro effettui la sorveglianza sanitaria per i dipendenti con particolari situazioni di fragilità, nonché a fronte di espressa richiesta del lavoratore e se il medico la ritiene correlata ai rischi lavorativi.

Ti consigliamo:

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

COVID-19: COME ORGANIZZARE E GESTIRE I LUOGHI DI LAVORO IN SICUREZZA

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore
L’e-book, aggiornato al DPCM 11 giugno 2020, , si propone come un vero e proprio vademecum completo per orientare il lettore nel nuovo contesto giuridico e normativo di riferimento. Esso si propone di illustrare, con esempi pratici ed estrema chiarezza, quali sono le procedure di...

19.90 € 17.91 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

LA SICUREZZA NELLE SCUOLE AL TEMPO DEL COVID-19

LA SICUREZZA NELLE SCUOLE AL TEMPO DEL COVID-19

Pierpaolo Masciocchi, 2020, Maggioli Editore
La diffusione dell’emergenza epidemiologica da Covid-19 ha determinato molto più che una semplice crisi sociale, economica e finanziaria su scala globale: ha prodotto anche un vero e proprio shock educativo.   Il sistema scolastico risponde a problemi di conciliazione...

16.90 € 15.21 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche