Manutenzione macchinari. Come intervenire con lo stetoscopio elettronico?

Manutenzione macchinari. Come intervenire con lo stetoscopio elettronico?

Stetoscopio elettronico

Lo stetoscopio elettronico è uno strumento largamente utilizzato nel settore dell’impiantistica e dell’automazione industriale, grazie alla sua capacità di diagnosticare preventivamente possibili malfunzionamenti dei macchinari.

Al pari dello stetoscopio usato in medicina per oscultare il battito cardiaco, lo stetoscopio digitale usato per la diagnostica industriale, permette di amplificare il suono proveniente dalle parti metalliche in modo da capire se il movimento degli ingranaggi e delle parti mobili dei motori sia regolare o se invece la rumorosità eccessiva o irregolare nasconda invece un problema di malfunzionamento o di eccessiva usura legata ad uno sfregamento anomalo delle parti meccaniche.

Ciò converte lo stetoscopio elettronico in un ottimo strumento per la supervisione dei rumori e delle vibrazioni, dando al responsabile della manutenzione la possibilità di riconoscere le fonti di errore prima che insorga un guasto nelle macchine o negli impianti (manutenzione preventiva).

Per questo motivo, il suo campo di applicazione è molto vasto grazie alla capacità di individuare rumori e vibrazioni nei motori e nelle parti meccaniche in modo preciso e altrimenti non individuabili fino al verificarsi di un guasto.

Tra i vari stetoscopi in commercio, si distingue lo Stetoscopio PCE-S 40. Questo stetoscopio elettronico sensibile e di alta qualità, consente di identificare Stetoscopio elettronicocomponenti critici, rilevando il livello di rumorosità e vibrazioni dei macchinari. Può inoltre rilevare dei malfunzionamenti e degli sfregamenti anomali in altre parti meccaniche come per esempio in cuscinetti, valvole nei ventilatori, pompe e alternatori e altre parti in movimento.

Lo stetoscopio è composto da una sonda di 16,5 cm collegata ad un tubo centrale e agli auricolari attraverso i quali si oscultano i rumori che vengono trasmessi dalle parti meccaniche analizzate.

L’auricolare è dotato di giunti che possono anche essere sostituiti. Tali giunti, in plastica morbida, aderiscono perfettamente all’orecchio garantendo l’insonorizzazione adeguata per un buon ascolto dei rumori.

La struttura in plastica morbida permette di riporlo e trasportarlo con il minimo ingombro, permettendone l’utilizzo in ogni situazione.

Specifiche tecniche

Giunti Plastica morbida

Dimensioni (totale) Ca. 1 m

Lunghezza della sonda Ca. 16,5 cm

Scarica il manuale

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *