Maniglioni antipanico non marcati CE. Nuova proroga di 24 mesi

La nuova data di riferimento, entro cui provvedere obbligatoriamente alla sostituzione dei maniglioni antipanico non marcati CE con prodotti a norma sulle porte delle vie di esodo nelle attività soggette ai controlli dei Vigili del Fuoco, è il 18 febbraio 2013.

 

Con la pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale del decreto 6 dicembre 2011 relativo alla Modifica al decreto 3 novembre 2004 concernente l’installazione e la manutenzione dei dispositivi per l’apertura delle porte installate lungo le vie di esodo relativamente alla sicurezza in caso di incendio si sono dunque concretizzate le indiscrezioni della ulteriore proroga di 2 anni del termine, inizialmente fissato dal d.m. 3 novembre 2004 al 16 febbraio 2011.

 

È opportuno ricordare che il nuovo decreto non abroga i contenuti del d.m. 3 novembre 2004: semplicemente pospone il termine per mettersi in regola di 24 mesi.
È inoltre da sottolineare che il d.m. 3 novembre 2004 stabilisce che, oltre all’obbligatorietà della marcatura CE, i dispositivi per le uscite di emergenza devono essere conformi alla UNI EN 179, mentre quelli per le uscite antipanico devono essere conformi alla UNI EN 1125.

 

Il decreto, inoltre, introduce un sistema di corretta identificazione del dispositivo, in funzione di alcuni parametri, quali la tipologia di attività, la presenza di pericoli di esplosione e specifici rischi di incendio.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico