Legge di bilancio 2021. Le misure MIT per trasporti e politiche abitative

Legge di bilancio 2021. Le misure MIT per trasporti e politiche abitative

Il testo della legge di bilancio 2021 approvato dal Consiglio dei Ministri prevede una serie di misure che riguardano trasporti e politiche abitative. Il MIT – Ministero delle Infrastrutture – ha diffuso delle schede che illustrano per punti le misure finanziare di propria competenza. Tra le diverse risorse stanziate rientrano il rifinanziamento del Ferrobonus e del Marebonus e il potenziamento del fondo nazionale per il sostegno all’accesso alle abitazioni in locazione.

Analizziamo nel dettaglio quanto previsto dal MIT a sostegno del trasporto locale, ferroviario, marittimo e delle politiche abitative.

Trasporto locale

  • SERVIZI AGGIUNTIVI BUS e SCUOLABUS – 200 milioni per il 2021

Si tratta di risorse destinate ai servizi aggiuntivi di trasporto pubblico locale di Regioni e Province autonome di Trento e Bolzano, necessarie per garantire lo svolgimento dell’anno scolastico.

  • RISTORI SERVIZI DI LINEA – 20 milioni per il 2021

Queste nuove risorse sono previste per le imprese di trasporto di persone con autobus, di competenza sia statale che regionale. Le risorse vengono in aiuto per compensare il calo di ricavi registrato e per il ristoro delle rate di finanziamento o dei canoni di leasing.

Trasporto ferroviario

  • SOSTEGNO ALLE IMPRESE FERROVIARIE 30 milioni di euro all’anno dal 2021 al 2034

Risorse stanziate a sostegno delle imprese che effettuano servizi di trasporto ferroviario di passeggeri e merci non soggetti a obblighi di servizio pubblico.

  • RIDUZIONE CANONI INFRASTRUTTURA PER GLI OPERATORI FERROVIARI 20 milioni nel 2021 e 10 milioni per ciascun anno dal 2022 al 2026

Prevista l’estensione fino al 30 aprile 2021, della riduzione del canone per l’utilizzo dell’infrastruttura ferroviaria per i servizi di trasporto non oggetto di obbligo di servizio pubblico attraverso l’azzeramento dell’intera componente del pedaggio legata ai dati di traffico.

Trasporto ferroviario merci

  • 5 MILIONI ALL’ANNO DAL 2021 AL 2026

Tali risorse sono destinate alle imprese detentrici e noleggiatrici di carri ferroviari merci. Ad essere inclusi sono anche gli spedizionieri ed operatori del trasporto multimodale.

Ferrobonus

  • 25 MILIONI NEL 2021- 19 MILIONI NEL 2022 – 22 MILIONI PER CIASCUN ANNO DAL 2023 AL 2026

Previsto il rifinanziamento del Ferrobonus e restano ferme le risorse già assegnate dalla legge di bilancio 2020 e dal decreto Rilancio. Ricordiamo che il Ferrobonus è nato con l’obiettivo di incentivare lo spostamento del traffico delle merci dalla rete stradale a quella ferroviaria. Si tratta di una misura di sostegno per favorire il trasporto combinato e trasbordato su ferro da e verso nodi logistici e interporti italiani. È rivolto in particolare all’Italia meridionale, dove lo squilibrio tra l’uso delle ferrovie e della strada è maggiore.

I destinatari sono: imprese utenti di servizi di trasporto ferroviario intermodale e/o trasbordato e operatori del trasporto combinato (MTO) che commissionano alle imprese ferroviarie treni completi. I beneficiari del contributo sono tenuti a convertire una quota dell’incentivo ricevuto verso gli utenti del servizio ferroviario.

Risorse per servizi ferroviari interregionali indivisi

  • 3,9 MILIONI ALL’ANNO DAL 2021 AL 2026

Le Regioni Veneto e Friuli Venezia Giulia sono chiamate a provvedere alla programmazione ed alla gestione dei servizi interregionali, secondo le esigenze del territorio. Si prevede che i collegamenti sulle direttrici Nord/Sud siano gestiti dalla Regione Veneto, mentre quelli della direttrice Est/Ovest dalla Regione Friuli Venezia Giulia.

Potrebbe interessarti: Appalti ferroviari: A.I.FERR. tira le orecchie a R.F.I.

Porti e trasporti marittimi

  • 68 MILIONI PER IL 2021

Ad essere interessate sono le Autorità di sistema portuale verso le quali è previsto un incremento delle risorse del fondo 2020 per compensare i mancati introiti. Previste risorse per le imprese di navigazione operanti con navi minori nel settore del trasporto turistico di persone via mare e per acque interne.

  • 28 MILIONI PER IL 2021

Prevista l’esenzione dagli oneri previdenziali e assistenziali per gli armatori e il personale iscritti nel registro internazionale.

  • 20 MILIONI PER IL 2021

Si tratta di un fondo per compensare gli armatori che operano con navi battenti bandiera italiana per i minori ricavi tariffari.

  • 20 MILIONI PER IL 2021

Fondo previsto per compensare la riduzione dei ricavi dei terminalisti.

Marebonus

  • 25 MILIONI NEL 2021 – 19,5 MILIONI NEL 2022 – 21,5 MILIONI PER CIASCUN ANNO DAL 2023 AL 2026

Così come per il Ferrobonus, è previsto il rifinanziamento Marebonus, mantenendo ferme le risorse già assegnate dalla legge di bilancio 2020 e dal decreto Rilancio. Marebonus rappresenta un incentivo all’uso della via marittima rispetto a quella di terra, parametrato alla strada evitata in territorio nazionale con il fine di decongestionare il traffico da strade e autostrade e migliorare la qualità dell’aria.

Una quota del contributo ricevuto, che finanzia alcuni dei costi supplementari della transizione a modi di trasporto più rispettosi dell’ambiente, viene convertito in favore delle imprese di autotrasporto cha abbiano usufruito dei servizi marittimi.

Tariffe sociali per la Sicilia

  • 25 MILIONI PER IL 2021 25 MILIONI PER IL 2022

Tali risorse sono stanziate per favorire la mobilità aerea da e per la Regione Sicilia.

Trasporto marittimo veloce stretto di Messina

  • 7,5 MILIONI PER CIASCUN ANNO DAL 2022 AL 2026

Fondo a sostegno dei collegamenti di servizio di trasporto marittimo veloce nello Stretto di Messina.

Rimozione delle navi abbandonate nei porti

  • 2 MILIONI NEL 2021 E 5 MILIONI PER IL 2022 E PER IL 2023

Prevista la costituzione di un fondo finalizzato alla rimozione delle navi abbandonate nei porti.

Politiche abitative

  • POTENZIAMENTO DEL FONDO NAZIONALE PER IL SOSTEGNO ALL’ACCESSO ALLE ABITAZIONI IN LOCAZIONE 160 milioni nel 2021 e 180 nel 2022

Rifinanziato il Fondo di sostegno alle locazioni rivolto alle famiglie a basso reddito che vivono in un alloggio in affitto.

Sia aggiungono, inoltre le misure senza oneri:

  • REGIME FISCALE NAUTICA DA DIPORTO

Regime fiscale agevolato per la cessione di navi secondo specifiche condizioni (si richiede ad esempio che la nave da trasferire abbia effettuato un numero di viaggi in alto mare superiore al 70 per cento)

  • STRADE: LIONI-GROTTAMINARDA

Riassegnazione delle risorse residue per il completamento della strada Lioni-Grottaminarda.

Vuoi sapere di più sulla legge di bilancio e superbonus? Leggi l’articolo su Ediltecnico

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche