Le città del futuro: le strategie di investimento per il benessere economico e ambientale

Le città sono la forza trainante dell’economia – secondo McKinsey, solo 600 città contribuiscono al 60% del PIL mondiale – e si prevede che il numero di persone che vive in città aumenterà da 3,6 miliardi nel 2010 a 6,3 miliardi nel 2050.

 

In Italia, le prime 3 città – Milano, Roma e Venezia- rappresentano, da sole, oltre il 30% del PIL. Quali strategie devono adottare le città per pianificare, costruire e mantenersi al centro dell’innovazione e della crescita economica?

 

Carlo Leone, AEC Sales Manager Italia Iberia & Med di Autodesk, recentemente intervistato dalla nostra Redazione sul tema della (scarsa) diffusione del BIM in Italia ha scritto per noi una riflessione su come dovrebbero investire le città per il benessere economico e ambientale del futuro.

 

In particolare, quali strategie devono adottare le città per pianificare, costruire e mantenersi al centro dell’innovazione e della crescita economica?


I trend della progettazione per le città del futuro

Prima di discutere le strategie di investimento, vale la pena capire i motivi per cui le città sono cresciute nel corso degli ultimi 5.000 anni. In breve, è successo perché hanno adottato un modello economico incredibilmente produttivo e duraturo.

 

Il passaggio alla vita urbana permette di aumentare i redditi e il potere di acquisto di milioni di persone in tutto il mondo.

 

Le infrastrutture sono fondamentali per il successo di una città perché forniscono elettricità, acqua, trasporti, gestione dei rifiuti e accesso a beni alimentari e manufatti.

 

Vitali per il benessere delle città, le infrastrutture supportano molto di più di quelle che sono le esigenze base; favoriscono l’interazione, semplificano la comunicazione e la condivisone delle idee – i principi fondamentali dell’innovazione e della crescita economica futura.

 

Oggi le persone si spostano verso le città per diverse ragioni, tra cui un miglior accesso al lavoro, alle scuole, ai servizi e alla cultura. Come sarà la città del futuro? La qualità della vita sarà ancora più importante negli anni a venire e fattori come la sostenibilità, l’efficienza energetica, la qualità delle case e delle scuole, la sicurezza e anche la serenità saranno requisiti fondamentali.

 

Le città dovranno essere adattive, collaborative, percorribili e chiunque dovrà avere accesso ai servizi e ai trasporti pubblici.


I trend della progettazione indicano più verde per gli edifici con giardini pensili e coltivazioni verticali. L’urbanistica si sta muovendo verso l’utilizzo misto della zonizzazione che fornirà uffici e spazi condivisi ideali per la collaborazione. La connettività sociale e imprenditoriale sta diventando ubiqua, sostenendo un aumento della mobilità e del lavoro autonomo.

 

 

Una città prospera è facilmente percorribile e il trasporto intelligente permette a chiunque di spostarsi da un punto all’altro velocemente e un con un basso consumo energetico. Le città sostengono l’accesso mediante la vicinanza rispetto all’accesso mediante la mobilità come modo per trarre pieno beneficio economico e ambientale inclusi l’incremento del gettito fiscale, cittadini più sani, miglior utilizzo delle infrastrutture esistenti e una minor domanda di combustibili fossili.


Gli investimenti in infrastrutture da sostenere per il benessere urbano

In realtà, le città del futuro dipendono dalle decisioni di oggi. La priorità date agli investimenti nelle infrastrutture è il riflesso dei valori sociali, economici e ambientali. La questione per gli urbanisti è come favorire l’attività economica in modo da ottimizzare i benefici per la comunità.

 

La tecnologia può aiutare le città fornendo diverse possibilità di progettazione a favore della sostenibilità, con benefici economici e una miglior qualità della vita. Per raggiungere tali obiettivi, gli investimenti tecnologici da effettuare nelle infrastrutture sono:


Edifici: gli edifici costruiti decine di anni fa staranno ancora in piedi perché fatti di acciaio ma con i progressi ottenuti nella potenza di calcolo oggi è possibile valutare velocemente i sistemi edilizi e dare priorità a retrofit efficienti dal punto di vista energetico per un maggior impatto.


Acqua: l’aggiunta di parchi e corridoi verdi nelle città può aiutare a gestire le acque piovane, a ridurre i costi di manutenzione delle infrastrutture sopra il livello del suolo e sotto terra, e a creare un ambiente più bello e più sano. I sensori nei tubi possono tracciare l’utilizzo e soprattutto le perdite in modo che possano essere velocemente riparate. In particolare, le città costiere hanno bisogno di fornire strategie affidabili a fronte dell’innalzamento del livello del mare, dell’aumento delle tempeste, di terremoti o semplicemente il peso della crescente pressione dell’urbanizzazione.

 

La simulazione abilitata dalla potenza del cloud computing permette ai pianificatori e ai progettisti di esplorare alternative innovative e meno costose e la visualizzazione di tali approcci in contesti futuri grazie a simulazioni basate sul tempo.


Trasporti: le autorità di regolazione dei trasporti stanno beneficiando della potenza di calcolo virtualmente infinita e di moderni strumenti di progettazione per esplorare rapidamente le opzioni di trasporto per ridurrei tempi di viaggio, la congestione del traffico, diminuire le emissioni di carbonio e incoraggiare la citata strategia di sviluppo dell’accesso mediante la prossimità.


Energia: oltre a emissioni di gas serra inferiori e a costi energetici più stabili, la generazione di fonti rinnovabili all’interno della città come ad esempio l’energia solare e eolica, può ridurre la dipendenza dalle importazioni di energia, e contribuire a migliorare la resilienza urbana di fronte alla fluttuazione dei prezzi delle materie prime e dei disastri naturali.


Big Data, tecnologia e persone

Tuttavia, sono le persone e non la tecnologia che determinano una città. Un pubblico informato è fondamentale per l’approvazione di progetti nuovi o di riqualifica per migliorare la competitività economica di una città.

 

La tecnologia di oggi supporta i big data; le città e le imprese commerciali possono utilizzare i dati per creare e presentare proposte per nuovi progetti visualizzati nel loro ambiente o condurre analisi per la crescita della popolazione, l’impatto meteo e molti altri fattori.


Permettere alle persone di accedere ai dati può facilitare la comunicazione e il processo di approvazione.


La sfida più grande è stabilire come dovrà essere il nostro futuro; solo avendo le idee chiare si possono perseguire gli obbiettivi. L’informazione è importante perché quando arriva il momento di razionalizzare la spesa di risorse limitate, dobbiamo poter farlo sulla base di fattori sociali e ambientali – oltre che economici.

 

Le tecnologie avanzate di simulazione, visualizzazione e analisi sono ampiamente utilizzate nel settore manifatturiero e l’adozione sta crescendo rapidamente anche in quello delle infrastrutture e edile per comprendere al meglio i progetti.

 

Questi strumenti utilizzando modelli 3D intelligenti per valutare rapidamente diverse opzioni di progettazione e per prevedere le prestazioni fisiche e funzionali del progetto finito in diverse condizioni. Conosciuto dai progettisti, dagli ingegneri, dagli architetti e dagli appaltatori come BIM (Building Information Modeling), tale processo permette inoltre di ottenere miglioramenti significativi della produttività.

 

Con l’aumento dei big data e la disponibilità di tecnologie avanzate di modeling, oggi è possibile pianificare e dare priorità agli investimenti nello sviluppo urbano con maggiore lungimiranza, miglior comunicazione dei possibili risultati e ottenere esiti migliori.

 

Ancora più importante, queste tecnologie insieme alle piattaforme sociali e mobile, permettono di coinvolgere tutte le parti interessante di un progetto – dai cittadini ai professionisti – prima e durante l’intero processo in modo estremamente comprensibile.

 

In definitiva, ciò che conta sono le persone che lavorano nelle città. Le tecnologie big data e di simulazione aiutano le persone a progettare e a effettuare gli investimenti infrastrutturali di cui hanno bisogno le città per un futuro di rinnovata vitalità ambientale e economica.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico