La tecnologia dei Micro Droni al servizio dell’Ingegneria: se ne parlerà a Roma

Riceviamo e volentieri pubblichiamo una segnalazione dell’ing. Alessandro Caffarelli dell’Ordine degli Ingegneri della Provincia di Roma su un convegno dedicato ai Micro Droni organizzato in collaborazione con l’Università europea ed ENAC.

 

Gli aeromobili a pilotaggio remoto, comunemente noti con il nome di Droni, sono velivoli caratterizzati dall’assenza di un equipaggio umano a bordo. Il loro volo è governato da diverse tipologie di flight control system, gestiti in remoto da piloti e operatori sul terreno o su altri tipi di veicolo.

 

L’utilizzo originario di questo tipo di macchina era legato solo ad applicazioni militari. Negli ultimi anni, tuttavia, si diffonde l’uso dei cosiddetti micro-droni ad uso civile e commerciale.

 

Queste macchine, della massa al decollo inferiore a 25 kg, sono state da pochi mesi inserite, dalla regolamentazione italiana, nella categoria dei Sistemi Aeromobili a Pilotaggio Remoto (SAPR).


L’uso di questa tecnologia si diffonde ampiamente nelle più diverse applicazioni civili, dalla prevenzione e intervento nelle emergenze incendi, alla sorveglianza e ai controlli di sicurezza, all’ispezione di oleodotti, a varie forme di telerilevamento con finalità di ricerca scientifica.


Più in generale, l’uso di micro-droni è consigliato in in tutti i casi sia necessario svolgere missioni “noiose, sporche e pericolose” (dull, dirty and dangerous) spesso con costi minori rispetto all’impiego di aeromobili o di altri mezzi tradizionali.

 

Lo sviluppo di apparati normativi utili alla regolamentazione di questo tipo di tecnologia è oggi fra le maggiori innovazioni del diritto aereo e sta impegnando significativamente le autorità aeronautiche di molti paesi. La sfida è disciplinare l’utilizzo di una tecnologia multiforme, dalle più disparate applicazioni, seguendone armonicamente le rapide evoluzioni e valorizzandone efficacemente le crescenti opportunità di utilizzo.

 

La partecipazione al convegno Aeromobili a Pilotaggio Remoto, detti micro-droni è gratuita e da diritto a 3 CFP per la formazione continua degli Ingegneri.

 

Photo Credits: unisky.it


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico