Intelligenza artificiale: gli Scienziati contro le armi Terminator

Intelligenza artificiale: gli scienziati contro le armi Terminator

Anche solo a pensarci, scendono brividi lungo la schiena. Dopo la lunga paura dell’olocausto nucleare durante la Guerra Fredda e lo spettro del Terrorismo di oggi, per l’Umanità si prospetta un’altra agghiacciante minaccia alla sua stessa sopravvivenza. E, come accade purtroppo sempre più spesso, anche questa proviene direttamente dall’Uomo.

Stiamo parlando delle c.d. AI Weapons, ossia armi dotate di intelligenza artificiale in grado di scegliere autonomamente il bersaglio e di uccidere senza nessun intervento dell’uomo. Una volte programmate, infatti, queste armi possono agire in autonomia.

Per ora di tratta di uno scenario che, però, il Pentagono americano prende molto sul serio, dal momento cita le AI Weapons in un recente report sugli scenari di combattimento nel 2050. E lo prendono sul serio anche gli scienziati e gli esperti di programmazione che hanno aderito alla petizione del Future of Life Institute, organizzazione che ha come obiettivo la mitigazione dei rischi contro l’Umanità.

Da Stephen Hawking a Stuart Russel dell’Università di Berkeley e tra i massimi esperti di intelligenza artificiale, da Steve Wozniak di Apple a Eric Horovitz, capo della ricerca Microsoft e altri 17.500 accademici, industriali e semplici cittadini hanno firmato la lettera che chiede alle Nazioni Unite e a tutti i Paesi del mondo di bloccare sul nascere la corsa alle armi con intelligenza artificiale.

Sono molti, si legge nel testo dell’appello, le ragioni pro e contro le armi intelligenti; per esempio sostituire macchine che combattono al posto degli uomini ridurrebbe le perdite di vite durante i conflitti, ma al contempo presenterebbe il rischio di abbassare in modo allarmante la soglia oltre la quale vengono decise le guerre.

Armi prive di qualsiasi controllo umano potrebbero essere già realizzate da qui a qualche anno, tramutando in realtà gli apocalittici scenari che abbiamo finora visto solo al cinema con le saghe di Terminator e di Matrix. Inutile dire che, in entrambi i casi, gli uomini vanno a finire malissimo.

La questione di base per l’Umanità, conclude l’appello, è decidere se iniziare una corsa planetaria alle AI Weapons o bloccarla sul nascere, prima ancora che parta.

Per chi volesse saperne di più, leggere l’appello o firmarlo, si rimanda alla pagina sul sito del Future for Life Institute.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico