Ingegneri, mercato del lavoro: assunzioni in crescita nel 2014

Crescono le assunzioni per la categoria degli ingegneri nel 2014: la richiesta del mercato per questa categoria professionale è infatti salita del 9% rispetto al 2013. Contemporaneamente si è registrata negli ultimi 4 anni una flessione dell’8% in relazione agli ingegneri in cerca di occupazione.

 

È quindi un quadro parzialmente positivo quello tracciato dal Centro Studi del Consiglio Nazionale Ingegneri attraverso i dati emessi questa settimana.

 

Con riferimento ai dati, il CNI ha verificato l’effettivo aumento delle posizioni di lavoro espressamente destinate a laureati in ingegneria, nella percentuale menzionata in apertura (9%): nel 2014, infatti, le imprese italiane hanno offerto lavoro a 17840 ingegneri, contro i 16360 del 2013.

 

Tra le valutazioni del CNI emerge anche una possibile prospettiva per il 2015: qualora infatti l’industria manifatturiera dovesse continuare a rafforzarsi sui mercati esteri e contestualmente la domanda interna dovesse mostrare segnali di ripresa, è verosimile pensare che anche la domanda di figure professionali operanti nel campo dell’ingegneria potrebbe proseguire la crescita.

 

Per approfondire leggi anche l’articolo Mercato del lavoro, spazio ad ingegneri informatici e meccanici.

 

Il dato relativo all’incremento medio per il 2014 cela tuttavia le gravi difficoltà in cui versa il Sud dell’Italia: nelle regioni meridionali il numero di offerte di lavoro per i laureati in ingegneria, già basso di per sé (circa 2mila assunzioni), ha subito, rispetto al 2013, un’ulteriore riduzione del 21,4%. Al momento si stima che attendano di accedere al mercato del lavoro 9300 ingegneri nelle regioni settentrionali, 6mila nelle regioni del Centro e 12mila nel Mezzogiorno.

 

La recessione ha certamente creato una situazione di difficoltà in tutto il mercato del lavoro nel paese: l’accelerazione della disoccupazione che ha colpito anche la categoria degli ingegneri non sarà facile da controbilanciare del tutto nel breve periodo: il 7% dei laureati in ingegneria ha infatti preferito spostarsi all’estero. 


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico