Incentivi Fotovoltaico. Obblighi ed Esenzioni di presentazione del Certificato Antimafia per gli incentivi

Coloro che intendono accedere agli incentivi per l’installazione di impianti fotovoltaici, secondo quanto stabilito dal Quarto Conto Energia sono obbligati a presentare certificato antimafia rilasciato dalla Prefettura o dalla Camera di Commercio, Industria, Artigianato e Agricoltura, della provincia in cui i soggetti richiedenti hanno la loro sede (d.lgs. 159/2011, art. 67).

 

Il Gestore dei servizi energetici ha diffuso recentemente una nota nella quale si precisa che i certificati antimafia, in corso di validità ed entro sei mesi dal loro rilascio, devono essere inviati al GSE.

 

Il certificato antimafia o la dichiarazione di esenzione deve essere trasmessa utilizzando il sistema informatico del GSE, caricando il pdf del documento nello spazio ad esso riservato all’interno del modulo dedicato.

 

Esenzioni
Sono esenti dall’obbligo di presentazione del certificato antimafia:
a) i soggetti pubblici ossia una pubblica amministrazione, un ente pubblico, un ente e un’azienda vigilata dallo Stato o da altro ente pubblico, una società o impresa comunque controllata dallo Stato o da altro ente pubblico nonché un concessionario di opera pubblica;

 

b) i soggetti, anche privati, i cui organi rappresentativi e quelli aventi funzioni di amministrazione e di controllo sono sottoposti, per disposizione di legge o di regolamento, alla verifica di particolari requisiti di onorabilità tali da escludere la sussistenza di una delle cause di sospensione, di decadenza o di divieto di cui al citato articolo 67;

 

c) i soggetti che esercitano attività agricola o professionale, non organizzata in forma di impresa ovvero esercitano attività artigiana in forma di impresa individuale e attività di lavoro autonomo anche intellettuale in forma individuale;

 

d) i soggetti destinatari di incentivi il cui valore complessivo, inclusi eventuali incentivi riferiti ad altri impianti, non supera 150.000 euro.

 

Anche per i soggetti che rientrano nei casi di esenzione dall’obbligo della presentazione della certificazione antimafia devono compilare il modello allegato di dichiarazione ai sensi del d.P.R.  445/2000. Per agevolare i richiedenti, sul sito del GSE è stato inserito un modello di dichiarazione di esenzione dall’obbligo.

 

La mancata presentazione della certificazione antimafia o della dichiarazione di esenzione dall’obbligo comporta la non ammissione agli incentivi.

 

Fonte GSE
Foto di apertura per gentile concessione JCB


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico