Impianti di evacuazione fumo e calore. Le recenti novità normative

Importanti novità nell’ambito normativo che disciplina le condotte impiegate negli impianti di evacuazione fumo e calore. A darne notizia è il Comitato tecnico Sicurezza e Prevenzione incendi dell’AiCARR, l’Associazione italiana Condizionamento dell’Aria, Riscaldamento e Refrigerazione

 

Dal 1° febbraio 2012, informano gli esperti dell’AiCARR, è iniziato il periodo di coesistenza per la marcatura CE secondo la norma di prodotto UNI EN 12101-7:2011 Sistemi per il controllo di fumo e calore – Parte 7: Condotte per il controllo dei fumi, emanata nel giugno 2011 e pubblicata il successivo 24 agosto nella Gazzetta Ufficiale Europea n. C246, come disposto dall’applicazione della direttiva 89/106/CEE del Consiglio del 21 dicembre 1988, relativa al ravvicinamento delle disposizioni legislative, regolamentari e amministrative degli Stati Membri concernenti i prodotti da costruzione.

 

La pubblicazione della norma in Gazzetta ha imposto, dal 1° febbraio 2012 al 1° febbraio 2013, un periodo di coesistenza di un anno durante il quale possono essere utilizzate sia condotte provviste di marcatura CE (che, quindi, fino al 1° febbraio 2013 sarà volontaria), sia condotte non aventi certificazione di prodotto, ma comunque dotate di un rapporto di classificazione notificato da parte di un laboratorio, in base al decreto ministeriale del 16 febbraio 2007 che prescrive le caratteristiche costruttive delle condotte da impiegare in Sistemi di Evacuazione fumo e Calore (allegato A.7.1 – A.7.2.).

 

La data in cui ha fine il periodo di coesistenza è la stessa a partire dalla quale la presunzione di conformità deve essere basata sulle specifiche tecniche armonizzate.

 

Fonte AiCARR


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico