Il Raggio della Morte del Grattacielo che scioglie Auto e Asfalto

Più che ecosostenibile si potrebbe dire che è ecokiller, una specie di Cyclops in cristallo e cemento. Stiamo parlando del mega grattacielo da 160 metri che l’architetto uruguaiano Rafael Vinoly ha progettato per la City londinese e attualmente in costruzione.

 

L’avevano soprannominato “Walkie Talkie” per via della rassomiglianza con le radioline, ma dopo le ultime vicende che hanno causato, nell’ordine, lo scioglimento di un’automobile, il collasso dell’asfalto e un principio di incendio in un locale, i londinesi lo hanno subito ribattezzato “Walkie Scorchie” (Walkie Ustioni) … ma cosa combina di così terribile la creatura di Vinoly?

 

Le vetrate di cristallo dell’edificio concentrano la luce del sole e, in determinate ore del giorno, si produce un raggio così potente (Effetto Lente) da riuscire a sciogliere plastica, asfalto e vernici. L’effetto non è costante ma si verifica solo in un periodo limitato dell’anno di circa 2-3 settimane, nondimeno, si tratta di un bel problema per la società immobiliare che costruisce il grattacielo.

 

Il primo a fare le spese con il “Raggio della Morte” di Walkie Talkie è stato un businessman che tornando a riprendere la sua Jaguar parcheggiata nei pressi ha avuto la brutta sorpresa di vedere che il cruscotto interno e la parte plastica degli specchietti retrovisori si erano completamente sciolti o deformati.

 

E che non ci fossero dubbi sul “responsabile” dello scempio, è stato confermato dal pronto rimborso dei danni da parte del costruttore allo sfortunato automobilista (circa un migliaio di euro). Dal giorno dopo, gli stalli minacciati dall’Effetto Lente del grattacielo sono stati transennati dalla municipalità londinese.

 

Altri danni causati sono stati il collasso di una porzione dell’asfalto e un principio di incendio in un locale di fronte all’edificio dove il titolare, avvertito dai clienti, ha evitato che la moquette prendesse fuoco!

 

La soluzione? In attesa di sapere cosa ne pensano i nostri “Cacciatori di Guasti”, l’ing. Fulvio Re Cecconi e l’ing. Enrico De Angelis (consulta la rubrica Guasti in Edilizia su Ingegneri.cc), per ora gli ingegneri hanno pensato di installare sulle vetrate delle schermature opache … ma a questo punto verrebbe meno l’effetto spettacolare (forse “troppo” spettacolare) vagheggiato dall’archistar uruguaiana.

 

… e intanto i londinesi cuociono le uova senza consumare gas (guarda il video di Sky News HD inglese).

 

Di Mauro Ferrarini


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico