Formazione e-Learning per la sicurezza, da AiFOS due questionari online

Formazione e-Learning, c’è da fidarsi? La formazione a distanza sta prendendo piede nel nostro Paese: si tratta infatti di un modello formativo che offre grandi potenzialità, consentendo il contenimento dei costi e la possibilità di personalizzare la propria formazione.

 

Sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, la modalità di formazione in e-Learning è stata recentemente valorizzata, non solo dal legislatore, ma anche dal riconoscimento di enti locali e pubblici e dalle prime ricerche sull’efficacia della formazione erogata.

 

Purtroppo non ci sono solo luci. Sul web, infatti, si rischia anche di imbattersi in prodotti formativi non sempre rispettosi delle precise condizioni poste dalla normativa o qualitativamente carenti.

 

Per conoscere meglio questa tipologia di formazione, per evidenziarne pregi e difetti, l’Associazione Italiana Formatori ed Operatori della Sicurezza sul Lavoro (AiFOS) ha deciso di produrre e diffondere alcuni questionari elaborati all’interno di un Tavolo di Lavoro dedicato all’e-Learning per la sicurezza sul lavoro, coordinato da AiFOS e composto da SIe-L (Società Italiana e-Learning), Ministero del Lavoro e Istituto nazionale per l’Assicurazione contro gli Infortuni sul Lavoro (INAIL).

 

Questi questionari – come ricordato da Francesco Naviglio, segretario generale di AiFOS e coordinatore del Tavolo di Lavoro – sono la continuazione di una lunga attività di ricerca dell’Associazione volta ad approfondire la conoscenza e migliorare l’efficacia della formazione alla sicurezza in Italia.

 

Una ricerca iniziata nel 2009 tra i lavoratori, che nel 78% del campione rilevava di non avere ancora ricevuto una vera formazione. Continuata nel 2010 per raccogliere le problematiche della figura del formatore alla sicurezza e nel 2011 per poter conoscere opinioni, esigenze e carenze dei datori di lavoro italiani.

 

Negli ultimi due anni, infine, è stata portata avanti, una ricerca sui medici competenti, che ha rilevato le difficoltà nel collaborare alla stesura della valutazione dei rischi e nel partecipare ai momenti formativi, e una ricerca sui coordinatori per la sicurezza in fase di progettazione e i coordinatori per la sicurezza in fase di esecuzione, le principali figure che concorrono nel mondo edile alla sicurezza dei cantieri.

 

La ricerca attuale si sviluppa in particolare attraverso due questionari nati con l’obiettivo di ottenere dati statisticamente rilevanti ed accurati sulla formazione e-Learning:

– un questionario è rivolto a coloro che hanno fruito di un corso in e-Learning negli ultimi tre anni;

– un questionario è rivolto a coloro che, pur non avendo alcuna esperienza di formazione e-Learning, vogliono esprimere la propria opinione e percezione su questa delicata tematica inerente il settore della formazione alla sicurezza.

 

I dati raccolti tramite il sondaggio verranno poi elaborati, analizzati e commentati nel Rapporto AiFOS 2014 diventando spunto di riflessione per esperti del settore e rappresentanti delle parti sociali. La ricerca sarà inoltre pubblicata nei Quaderni della sicurezza AiFOS e presentata nel corso di un convegno a Roma il prossimo 3 dicembre 2014.

 

I due questionari, composti da 21/44 domande, permetteranno, non solo di raccogliere il giudizio di chi parteciperà al sondaggio, ma anche di mettere in confronto i vari modelli in uso per la formazione. Ad esempio la formazione in aula con lezioni frontali, con simulazioni di casi aziendali, in modalità e-Learning, in modalità blended (aula e online),  ecc.

 

È possibile compilare i questionari collegandosi al seguente link sul sito di AiFOS.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico