Fondi europei professionisti: è ora di aprire un nuovo varco

La competitività dell’ampio settore dei liberi professionisti dell’area tecnica (in cui prende alloggio tutta la categoria degli ingegneri) passa anche attraverso il varco di accesso ai fondi strutturali europei, fino a oggi ad “territorio” di esclusiva conquista delle piccole e medie imprese. Il concetto è stato esemplificato negli scorsi giorni da presidente di Confprofessioni, Gaetano Stella, a margine della prima riunione del tavolo tecnico istituito dal Ministero dello sviluppo economico a cui hanno preso parte tutte le componenti del mondo professionale ordinistico.

 

Il tema dei fondi UE per professionisti attraversa infatti in Italia un momento di importante transizione. Il nodo in questione si sta stringendo infatti su una questione di etichetta sostanziale: cosa si vuole intendere con la nozione di professionista? Soltanto l’accettazione completa dell’equiparazione, da più lati auspicata (in particolare a livello comunitario), tra professionisti ed imprese aprirebbe i cancelli a numerose agevolazioni (europee e non) nei confronti degli studi professionali.

 

In tale direzione sono le Regioni a decidere di fatto l’ampiezza del varco di acceso a tali fondi, dando luogo ad una distribuzione irregolare sul territorio italiano. per saperne di più leggi l’articolo pubblicato su Ediltecnico.it, il quotidiano di riferimento del professionista tecnico, intitolato Fondi Ue professionisti: in Italia accesso a macchia di leopardo.

 

In questo senso rivestono una rilevanza dirimente le parole di Stella: “Ora possiamo cominciare a ragionare per rendere più competitivi gli studi professionali nel contesto internazionale” confermando di fatto la volontà da parte del Ministero dello sviluppo economico di estendere i fondi strutturali europei anche ai professionisti, “in particolare il fondo di garanzia per le Pmi che è stato finora molto poco utilizzato dalle professioni”.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico