Fattura elettronica in arrivo. In vigore dal 1° gennaio 2019

Fattura elettronica in arrivo. Entrata in vigore prevista per il 1° gennaio 2019

Fattura elettronica

La fattura elettronica è alle porte, l’obbligo entra in vigore al 1° gennaio 2019, secondo quanto previsto dall’art. 1, comma 916 della legge n. 205 del 27 dicembre 2017, questo sistema assume un ruolo di fondamentale importanza ai fini fiscali con particolare riferimento agli aspetti legati al contrasto dell’evasione fiscale. Il ricorso alla fatturazione elettronica, infatti, consente alle amministrazioni di effettuare i loro controlli ai fini IVA attraverso un più agevole incrocio di dati.

Il sistema digitale di gestione delle fatture, sostituirà la vecchia forma cartacea eliminando i costi e gli oneri burocratici ad essa legati. Difatti, per gli operatori IVA, in regime di contabilità semplificata che emettono solo fatture (cioè soggetti che effettuano operazioni diverse da quelle previste dall’art. 22 del DPR n. 633/1972) e che si avvalgono dei dati che l’Agenzia delle Entrate mette loro a disposizione, viene meno l’obbligo burocratico di tenere i registri IVA (artt. 23 e 25 del Dpr n. 633/1972).

Ad essere interessati alla nuova fattura elettronica, saranno i titolari di partita IVA (imprese e lavoratori autonomi) a regime Ordinario, mentre tra gli esclusi, ci saranno coloro che attuano il regime forfettario ed il regime di vantaggio, le imprese che effettuano cessione di beni e prestazioni di servizi nei confronti di non residenti. Chi sarà esente dalla modalità digitale di fatturazione, continuerà a fatturare in forma cartacea.

Come procedere per l’emissione della fattura elettronica?

Il sistema fattura elettronica, coinvolge il fornitore, l’intermediario, l’SDL – Sistema di interscambio nazionale – e la Pubblica Amministrazione.

Per gli operatori che emettono un numero contenuto di fatture, abituati all’emissione cartacea della fattura, sarà indispensabile disporre di un software per la compilazione nel formato XML – eXtensible Markup Language – finalizzato alla verifica ed ai controlli delle informazioni a norma di legge.

Per garantire l’autenticità e l’integrità del contenuto, il sistema prevede l’uso della firma digitale di cui possono dotarsi cittadini, amministratori, dipendenti di società e Pubbliche Amministrazioni e dell’identità Digitale Spid, il cui ottenimento può essere richiesto ad uno dei gestori di identità, accreditati dall’Agenzia per l’Italia Digitale

L’Agenzia delle Entrate mette a disposizione, gratuitamente:

  • una procedura web, utilizzabile accedendo al portale “Fatture e Corrispettivi” del sito internet dell’Agenzia;
  • un software scaricabile su PC;
  • un’App per tablet e smartphone, denominata Fatturae, scaricabile dagli store Android o Apple;

È possibile inoltre, inviare il file XML della fattura in allegato al messaggio PEC (Posta Elettronica Certificata), all’indirizzo sdi01@pec.fatturapa.it, oppure utilizzare il canale telematico (FTP o Web Service) attivato con SDL.

La scelta della modalità di azione è legata alla quantità di fatture emesse nella giornata. Nel caso di poche fatture giornaliere, si potrà procedere attraverso il servizio web “Fatture e Corrispettivi” o mediante l’utilizzo di PEC.

Quali sono le semplificazioni previste dal DDL sulla fattura elettronica?

Con il DDL del 23 ottobre 2018, n.119, la cosiddetta legge di Bilancio 2019, viene chiarito l’aspetto che interessa le sanzioni. In particolare all’articolo 10, si legge:

“All’articolo 1, comma 6, del decreto legislativo 5 agosto 2015, n. 127, dopo il secondo periodo è inserito il seguente: «Per il primo semestre del periodo d’imposta 2019 le sanzioni di cui ai periodi precedenti:

a) non si applicano se la fattura è emessa con le modalità di cui al comma 3 entro il termine di effettuazione della liquidazione periodica dell’imposta sul valore aggiunto ai sensi dell’articolo 1, comma 1, del decreto del Presidente della Repubblica 23 marzo 1998, n. 100;

b) si applicano con riduzione dell’80 per cento a condizione che la fattura elettronica sia emessa entro il termine di effettuazione della liquidazione dell’imposta sul valore aggiunto del periodo successivo».”

Pertanto l’eliminazione (punto a) e la riduzione (punto b) delle sanzioni, sono previste per i primi 6 mesi del 2019, per poi, a partire dal 1° luglio, tornare alla regolare applicazione.

Con la legge di bilancio 2019, viene definita la possibilità di inviare la fattura elettronica o cartacea entro 10 giorni dalla data di esecuzione dell’operazione di pagamento. Questa semplificazione verrà attuata dal 1° luglio 2019 ed il soggetto destinatario non subirà modifiche e ritardi nella detrazione dell’IVA e per una corretta liquidazione dell’imposta, la fattura andrà registrata entro il 15° giorno del mese seguente.

Inarcassa per chiarire il processo di emissione della fattura elettronica

Si è tenuto il 7 dicembre 2018, il convegno organizzato da Inarcassa “La fatturazione elettronica, adempimenti e opportunità per ingegneri e architetti” , presso la Sala Congressi Leonardo d.V. a Roma.

Durante il seminario, andato in diretta streaming, sono stati approfonditi e chiariti, i processi di fatturazione elettronica e i servizi messi a disposizione dall’Agenzia delle Entrate, con focus sulla procedura di compilazione, ricezione e conservazione della fattura elettronica. Ad essere presenti, l’ Ing. Egidio Comodo, Presidente Fondazione Inarcassa, Ing. Armando Zambrano – Presidente Consiglio Nazionale Ingegneri, Arch. Fabrizio Pistolesi – Segretario Nazionale PPC, Ing. Claudio Guanetti – Consigliere Amministrazione Inarcassa, Dott. Paolo Savino – Vicedirettore Agenzia delle Entrate, Dott. Carmelo Piancaldini, responsabile ufficio applicativo Agenzie delle Entrate e Ing. Irene Raiola- Funzionario Ufficio Applicativo Agenzia delle Entrate.

Consulte le slides esplicative di Inarcassa:

Presentazione-FE

Simulazione-compilazione-FE-Ingegneri

Per maggiori approfondimenti ti consigliamo:

Guida alla fatturazione elettronica tra privati

Guida alla fatturazione elettronica tra privati


Nicola Santangelo , 2018, Maggioli Editore

Il volume, rivolto prevalentemente a imprese e professionisti, consente di approcciarsi con maggiore consapevolezza alle tematiche correlate alla fatturazione elettronica, sia fornendo un adeguato livello di conoscenza tecnico-normativa della materia, sia guidando l’operatore attraverso la...


28,00 € 23,80 € Acquista

su www.maggiolieditore.it


© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *