Progettazione strutture in acciaio, in italiano l’Eurocodice 3 UNI EN 1993-1-3

UNI EN 1993-1-3 Eurocodice 3 - Progettazione delle strutture di acciaio - Parte 1-3: Regole generali - Regole supplementari per l

È stata pubblicata in lingua italiana ed è già disponibile sul sito UNI la versione in lingua italiana dell’Eurocodice 3 UNI EN 1993-1-3 Eurocodice 3 – Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-3: Regole generali – Regole supplementari per l’impiego dei profilati e delle lamiere sottili piegati a freddo.

La norma, come si legge nel comunicato rilasciato dall’UNI “si inserisce nel quadro delle regole generali in materia di progettazione delle strutture d’acciaio e fornisce delle regole supplementari per l’impiego dei profilati e delle lamiere sottili piegati a freddo”.

L’Eurocodice 3 verrà utilizzata per la progettazione di edifici ed opere di ingegneria civile unitamente alla UNI EN 1993-1-1.

A questo link è possibile acquistare dal sito UNI la norma in versione italiana (130 euro) o in lingua inglese (100 euro)

Ricordiamo che questo Eurocodice 3 UNI EN 1993-1-3 è una raccolta di 20 parti che coprono aspetti della progettazione in acciaio molto ampia e varia rispetto agli altri Eurocodici EN. Tutte le parti dell’Eurocodice sull’acciaio comprendono le regole comuni di progetto, la progettazione in caso di incendio, ponti, edifici, serbatoi, silos, tubature, torri, aste, ciminiere, ecc.

Dal sito della Fondazione Promozione Acciaio proponiamo l’elenco delle parti di cui si compone l’Eurocodice 3.

1. EN 1993-1-1:2005 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-1: Regole generali e regole per gli edifici

2. EN 1993-1-2:2005 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-2: Regole Generali – Structural fire design

3. EN 1993-1-3:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-3: Regole Generali Regole supplementari per lamiere ed elementi profilati a freddo

4. EN 1993-1-4:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-4: Regole Generali Regole supplementari per elementi in acciaio inossidabile

5. EN 1993-1-5:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-5: Regole Generali Elementi strutturali tipo piastra

6. EN 1993-1-6 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-6: Resistenza e stabilità di strutture a guscio

7. EN 1993-1-7 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-7: Resistenza e stabilità di strutture planari tipo piastre soggette a carichi fuori dal piano

8. EN 1993-1-8:2005 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-8: Progettazione dei collegamenti

9. EN 1993-1-9:2005 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-9: Fatica

10. EN 1993-1-10:2005 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-10: Material toughness and through-thickness properties

11. EN 1993-1-11:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-11: Progettazione di strutture costituite da componenti soggetti a trazione

12. EN 1993-1-12 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 1-12: Generale Acciaio di alta resistenza

13. EN 1993-2:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 2: Ponti in acciaio

14. EN 1993-3-1:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 3-1: Torri, aste e ciminiere Torri ed aste

15. EN 1993-3-2:2006 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 3-2: Torri, aste e ciminiere Ciminiere

16. EN 1993-4-1 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 4-1: Silos

17. EN 1993-4-2 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 4-2: Serbatoi

18. EN 1993-4-3 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 4-3: Oleodotti e condotte in acciaio

19. EN 1993-5 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 5: Pali

20. EN 1993-6 Eurocodice 3, Progettazione delle strutture di acciaio – Parte 6: Gru e strutture di supporto

Altre informazioni e materiali possono essere reperite sul sito europeo della Comunità europea a questo link.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico