Esperto in edilizia sostenibile: la nuova figura Certing evoluzione del progettista

Esperto in edilizia sostenibile: la nuova figura Certing evoluzione del progettista

La nascita del nuovo profilo Esperto in edilizia sostenibile è frutto di un accordo tra l’Istituto per l’innovazione e trasparenza degli appalti pubblici e la compatibilità ambientale (ITACA), dall’Agenzia CasaClima e dall’Agenzia Certing.

Il 21 ottobre 2020 è prevista la prima sessione d’esame per il rilascio della certificazione per le nuove figure professionali dal profilo esperto in edilizia sostenibile. A conclusione della prima sessione d’esame l’Agenzia Certing attiverà l’iter di accreditamento che presumibilmente si concluderà all’inizio del 2021.

La certificazione ha validità triennale.

Ma vediamo nel dettaglio di cosa si tratta e quali sono i livelli di certificazione.

Leggi anche: Ape: redazione, procedura, sanzioni e validità dell’attestato

Perché una figura dedicata all’edilizia sostenibile?

La risposta viene dall’agenzia Certing che sottolineando le criticità che il settore delle costruzioni e dell’edilizia presenta, evidenza che a livello locale e globale (dall’ONU all’OCSE, dalla UE alle Regioni, fino ai Comuni) Enti e Istituzioni promuovono l’uso di indicatori e di protocolli di sostenibilità ambientale per intervenire nella gestione e nel governo del territorio.

Inoltre il Codice degli Appalti (Dlgs. n. 50/2016) impone alle pubbliche amministrazioni il perseguimento degli obiettivi del Piano d’azione Nazionale per la sostenibilità ambientale dei consumi attraverso l’adozione, anche per il settore edilizio, dei Criteri Ambientali Minimi (CAM).

A tal proposito nasce la certificazione dell’Esperto in Edilizia Sostenibile Italiana, che rappresenta un’evoluzione della tradizionale figura del progettista nel settore edile-impiantistico e delle infrastrutture. Un professionista che ha sviluppato le competenze per effettuare scelte e valutazioni sulle caratteristiche morfologiche di edifici, manufatti e infrastrutture; sulla scelta dei materiali; sul consumo di risorse energetiche ed ambientali; sul ciclo di vita; sugli impatti ambientali associati alle opere ed è in grado di gestire i processi di certificazione degli edifici secondo i protocolli CasaClima e/o ITACA.

Potrebbe interessarti: Ape superbonus 110%: cosa dice a proposito il decreto requisiti tecnici?

Esperto in edilizia sostenibile: quali sono i livelli di certificazione?

La certificazione è rivolta a tutti quei professionisti (ingegneri, architetti, geometri e periti) che applicano i protocolli ITACA e CasaClima e consentirà ai professionisti che adottano i protocolli dei due enti nazionali, di vedere riconosciute le loro competenze nel settore dell’edilizia sostenibile secondo lo standard UNI CEI EN ISO/IEC 17024.

I livelli di certificazione sono tre: base, avanzato e master.

La certificazione di livello base si rivolge ai professionisti con competenze sul processo di progettazione e consulenza energetico ambientale in ambito edilizio e relativa gestione dei processi di certificazione.

Possono conseguire il livello avanzato i titolari della qualifica di ispettore ITACA oppure di esperto Senior CasaClima.

Mentre i professionisti con competenze ed esperienze trasversali in entrambi i metodi, potranno ottenere la certificazione di livello master.

Esperto in edilizia sostenibile: un accordo Agenzia CasaClima, Itaca e l’Agenzia Certing

Ulrich Klammsteiner, Direttore tecnico dell’Agenzia CasaClima, ha dichiarato:

“Avere la possibilità di certificarsi come esperti in grado di valutare l’impatto delle proprie opere sull’ambiente è un aspetto a cui un professionista preparato, in un momento come questo, non può rinunciare…Con la diffusione dei protocolli volontari di certificazione ambientale degli edifici ITACA e CasaClima e l’emanazione dei Criteri Ambientali Minimi (CAM) da parte del Ministero dell’Ambiente, abbiamo ritenuto utile unire le forze di due enti pubblici e di creare un sistema unico rivolgendosi a Certing, il partner giusto in quanto da anni lavora nell’ambito della certificazione dei professionisti”.

Giuseppe Iiritano, Presidente del Comitato promotore del protocollo ITACA, ha sottolineato:

“la sostenibilità ambientale degli edifici è un tema di grande innovazione ed attualità all’ordine del giorno delle politiche europee ed internazionali. ITACA, Casaclima e Certing sono impegnate e pronte a sostenere e dare attuazione agli indirizzi nazionali e regionali in materia, realizzando uno strumento straordinario per rafforzare e certificare le capacità e le competenze dei professionisti, così da valorizzarne il ruolo quali attori protagonisti in un settore chiave per la nostra economia. Progettare sostenibile dovrebbe essere insito nell’attività dei tecnici e dei professionisti che operano sul territorio, è necessario riconoscere ed enfatizzare il valore aggiunto di chi ha colto l’imprescindibile legame esistente tra la progettazione di un’opera e l’attenzione per la sostenibilità ambientale, economica e sociale.”

Per il Presidente dell’Agenzia CertingGaetano Attilio Nastasi:

 “Obiettivo dello schema messo a punto è la valorizzazione sul mercato dei protocolli nazionali di sostenibilità in edilizia e la loro specificità rispetto a quelli dei grandi player esteri. Compito di Certing sarà quello di validare le conoscenze dei tecnici qualificati e formati secondo i requisiti previsti da CasaClima e ITACA e portare in accreditamento lo schema secondo lo standard ISO UNI EN 17024, in modo che sia conforme a quanto richiamato dai decreti sui Criteri ambientali minimi (CAM)”.

Ti consigliamo:

Prontuario tecnico per l’ecobonus e il super ecobonus – eBook in pdf

Prontuario tecnico per l’ecobonus e il super ecobonus – eBook in pdf

Sergio Pesaresi, 2020, Maggioli Editore
Dopo il lockdown era necessario fare ripartire la filiera dell’edilizia, e il d.l. Rilancio (d.l. 19 maggio 2020, n. 34, convertito in legge 17 giugno 2020, n. 77) si propone di farlo lanciando una proposta coraggiosa e molto intrigante: un piano dal sapore keynesiano con il quale lo stato...

14.90 € 13.41 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

Tutte le novità delle procedure edilizie nel “Decreto semplificazioni”

Tutte le novità delle procedure edilizie nel “Decreto semplificazioni”

Mario Di Nicola, 2020, Maggioli Editore
Proseguono le novità nella disciplina edilizia attraverso il decreto legge 16 luglio 2020, n. 76, “Decreto semplificazioni”, convertito, con modificazioni, dalla legge 11 settembre 2020, n. 120. Il provvedimento introduce una serie di modifiche al Testo unico per l’edilizia, di cui al...

21.00 € 18.90 € Acquista

su www.maggiolieditore.it

 

I contenuti a cura della redazione di www.ingegneri.cc sono elaborati e visionati da Simona Conte, Giulia Gnola, Daniel Scardina, Gloria Alberti. Gli approfondimenti tecnici si rivolgono ad un pubblico di professionisti che intende restare aggiornato sulle novità di settore.

Potrebbero interessarti anche