Elementi strutturali in vetro: online le istruzioni per il settore delle costruzioni (DT210)

Pannelli di grande superficie, coperture, solai, scale, pareti, pilastri, parapetti. Nel corso degli anni, lo sviluppo tecnologico ha consentito un sempre maggiore utilizzo del vetro nel settore delle costruzioni. Da semplice funzione di tamponamento e rivestimento, il vetro si è andato progressivamente distinguendo come vero e proprio materiale da costruzione. La conseguenza di questa evoluzione è la necessità di sottoporre le opere in vetro a procedure di calcolo, valutazione e controllo, dello stesso tipo di quelle utilizzate per tutti i materiali strutturali.

 

Dopo l’inchiesta pubblica durata 6 mesi (da luglio a dicembre del 2012) sono state finalmente pubblicate le Istruzioni per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Controllo di Costruzioni con Elementi Strutturali di Vetro realizzate dalla Commissione di studio del CNR che si occupa della predisposizione e l’analisi delle norme tecniche per le costruzioni.

 

Non si tratta di norme cogenti ma, come si legge nell’introduzione del volume, “vogliono rappresentare un aiuto per i tecnici volto a filtrare la ponderosa bibliografia, nazionale e internazionale, che la letteratura tecnica mette a disposizione, lasciando comunque agli stessi la libertà e la responsabilità finale delle scelte”.


Il contenuto delle istruzioni per gli elementi strutturali in vetro

I professionisti con sufficiente esperienza e interessati agli aspetti più pratici e operativi possono iniziare la lettura delle istruzioni direttamente dal capitolo 7.

 

In estrema sintesi, gli argomenti trattati sono i seguenti:

– valutazione e caratterizzazione delle proprietà meccaniche del vetro e degli altri materiali utilizzati in composizione con il vetro;

– principi di base necessari per la progettazione con il vetro;

– azioni sulle costruzioni che sono specificatamente di interesse per la progettazione delle strutture di vetro. Particolare risalto viene dato alle azioni termiche e climatiche, alle azioni sismiche e alle azioni eccezionali, quali quelle conseguenti alle esplosioni.

– calibrazione dei coefficienti parziali necessari per utilizzare il metodo semiprobabilistico agli stati limite

– criteri per effettuare una corretta modellazione di una struttura vetrata;

– espressioni necessarie per la progettazione, definizione delle resistenze di calcolo e le verifiche strutturali da effettuarsi;

– esempi pratici e calcoli svolti per i casi più ricorrenti nella pratica progettuale (elementi verticali, parapetti, coperture, travi, solai, pinne);

– procedure di controllo e f indicazioni per l’identificazione, la qualificazione e l’accettazione dei materiali che formano gli elementi strutturali da impiegarsi nell’opera di costruzione (vetro, polimeri per intercalare, adesivi strutturali ecc.).

 

Scarica Il DT210 Istruzioni per la Progettazione, l’Esecuzione ed il Controllo di Costruzioni con Elementi Strutturali di Vetro


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico