Droni, cambierà in meglio il regolamento ENAC per i SAPR

Fumata bianca dopo l’incontro, presso il Palazzo delle Stelline a Milano di venerdì scorso, tra ENAC (Ente nazionale per l’aviazione civile) e le associazioni del settore dei sistemi a pilotaggio remoto, Assorpas, UASIt, FIAPR e AIDroni, riunite per la prima volta insieme.

Come avevamo anticipato la scorsa settimana, l’incontro di Milano era stato chiesto con forza dai rappresentanti dei produttori di droni per uso civile per chiedere a ENAC una revisione della normativa, ritenuta troppo severa e limitante per l’impiego professionale dei sistemi APR.

Gli operatori, infatti, lamentavano che la domanda di operazioni più frequente ricade in quelle che ENAC definisce aree critiche.

In pratica, le riprese foto-video, il controllo delle strutture civili e industriali e le riprese aero-fotogrammetriche avvengono quasi sempre nelle zone popolate, e questo blocca quasi del tutto il mercato a causa dei tempi lunghi delle autorizzazioni e dell’incertezza sull’esito e i costi delle stesse.

Il Forum, promosso dalle Associazioni di settore e moderato da Sergio Barlocchetti di Dronitaly, manifestazione di riferimento del settore in programma il 25 e 26 settembre 2015, è stato trasmesso anche in streaming web, e ha visto la partecipazione dei presidenti delle stesse e di Alessandro Cardi, Direttore centrale Regolazione Tecnica di ENAC. Ai lavori erano presenti anche i rappresentanti degli Ordini professionali, fortemente interessati allo sviluppo del settore.

L’incontro è stata l’occasione per suggellare l’evoluzione della regolamentazione vigente, azione necessaria e non più procrastinabile, ai fini di accompagnare al meglio un’industria e un mercato con enormi margini di crescita, come quello dei servizi effettuati dai droni, fino a oggi ancora semi-paralizzato da una normativa difficoltosa, ispirata alle norme dell’aviazione generale.

“Crediamo che per i droni italiani si entri in una nuova fase all’insegna dell’unità di intenti e della convergenza tra gli stakeholder del settore, ha detto Fabrizio De Fabritiis, CEO Dronitaly al termine dei lavori, premessa indispensabile per il decollo del mercato. Però, è indispensabile per rispondere alle richieste dei 5.000 operatori italiani che ENAC potenzi le proprie strutture e adotti metodologie di lavoro tecnologicamente adeguate”.

Il nuovo Regolamento verrà emesso attraverso una road map basata su una fase consultiva con tutti i player del comparto che si concluderà il 20 aprile, ha spiegato Alessandro Cardi di ENAC: “Dopo la ricezione dei commenti degli operatori, il nuovo Regolamento sarà pienamente operativo entro poco tempo. Il Forum è stata un’ottima occasione per un confronto ampio e approfondito, da cui sono emersi ulteriori stimoli e idee per rendere la normativa dei SAPR ancora più adeguata per tutelare la sicurezza dei cittadini e, insieme, la necessità degli operatori di lavorare con regole certe e ulteriormente semplificate”.


Lascia una risposta

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

News dal Network Tecnico